Informazioni pratiche

Visti e dogana

Documenti

I cittadini italiani e dei restanti paesi UE possono visitare il Belgio con la carta d'identità valida per l'espatrio o il passaporto. I minori di 15 anni devono essere muniti della 'carta bianca' oppure del passaporto personale; per ulteriori dettagli rivolgetevi al vostro comune di residenza o alla questura. Il Belgio fa parte dello "spazio Schengen". La conseguenza più evidente delle disposizioni di Schengen per le persone è che non sono più tenute a mostrare il documento d'identità quando attraversano i confini degli stati firmatari.

Quando andare e clima

Normalmente non vi sono estremi climatici, i mesi più caldi sono quelli compresi tra aprile e settembre, ma bisogna essere pronti a cieli grigi e strade umide in qualsiasi periodo dell'anno. Talvolta sembra che ombrelli e impermeabili facciano parte del costume tradizionale belga.

Come arrivare

Il Belgio ha due aeroporti internazionali: quello principale è Zaventem, 14 km a nord-est di Bruxelles; l'altro, Deurne, è vicino ad Anversa e ha voli meno frequenti solo per Amsterdam, Londra, Liverpool e Dublino. A seconda del periodo, i voli per Londra possono risultare più convenienti da Deurne. Se ci si trova già in Europa, autobus o treni sono l'opzione migliore. La Eurolines garantisce corse internazionali per/dal Belgio. Le ferrovie belghe hanno frequenti servizi internazionali; Bruxelles ha 3 stazioni principali ed è il fulcro del sistema ferroviario belga. Per chi viaggia in macchina, il Belgio ha una buona rete di autostrade: la E19 dall'Olanda, la E40 dalla Germania, la E411 dal Lussemvurgo e la E17 e la E19 dalla Francia. Alcune società gestiscono i traghetti per/dall'Inghilterra.

Trasporti locali

Spostarsi nel Belgio è semplice e poco costoso, e ciò compensa in parte le alte spese dell'alloggio. Ci sono molti autobus e noleggiare un'auto è abbastanza semplice, ma il mezzo più efficiente è il treno. La rete ferroviaria belga è gestita dalla società Belgische Spoorwegen/Société National des Chemins de Fer Belges (Belgian Railways; 02 528 28 28; www.b-rail.be) ed i servizi più rapidi sono quelli InterCity, seguiti dai treni interregionali e da quelli locali. Nelle zone più remote, come le Ardenne, i collegamenti sono assicurati dagli autobus. Se avete intenzione di viaggiare molto in queste zone con gli autobus TEC locali gestiti dalla compagnia Transport en Commun (TEC; 081 32 17 11; www.infotec.be) potrebbe tornarvi utile comprare un "Cartes Inter', che trovate a bordo degli autobus oppure negli uffici TEC. Deciderete voi con quanti soldi volete caricare la carta (c'è un minimo di €6), ma si rivelerà comunque più economico che comprare ogni volta il biglietto singolo (€1.30) o un carnet da 10 (€6.50). Anche il sistema di trasporto urbano è valido, con tram e una piccola rete di metropolitana a Bruxelles e Anversa. I taxi, che si trovano all'esterno delle principali stazioni ferroviarie, hanno il tassametro ma sono cari. Le biciclette sono diffuse nelle pianeggianti regioni settentrionali e molte strade hanno delle piste ciclabili. Presso le stazioni ferroviarie si possono noleggiare biciclette e si possono affittare anche barche per effettuare crociere lungo i fiumi e i canali.