Bruxelles:

    Introduzione

    Galleria fotografica
    foto di Wayne Walton

    Avvertenza...
    Non tutti i paesi nei quali si può entrare con la sola carta d'identità valida per l'espatrio ammettono viaggiatori in possesso di un documento con scadenza prorogata. Inoltre, in base a una recente disposizione, alcune compagnie aeree low cost negano l'imbarco ai passeggeri che hanno una carta d'identità rinnovata con timbro di proroga, anche se le autorità del paese di destinazione ne riconoscono la validità. Tenuto conto che questo genere di normative cambia di frequente, vi invitiamo a verificarle presso le autorità diplomatico-consolari e presso le compagnie aeree, al fine di evitare spiacevoli contrattempi.

    DOCUMENTI PER I VIAGGI ALL'ESTERO DEI MINORI

    A partire dal 26 giugno 2012, tutti i minori potranno viaggiare in Europa e all'estero solo se muniti di un proprio documento di riconoscimento (carta d'identità, passaporto individuale, lasciapassare per l'espatrio di minori di 15 anni). Non sono pertanto più valide tutte le iscrizioni dei minori sul passaporto dei genitori (al contempo tali documenti rimangono comunque validi per il solo titolare fino alla naturale scadenza). Maggiori informazioni sono presenti sul sito della Polizia di Stato.


    La città degli eurocrati è sontuosa, ricca di storia e sfarzosamente accogliente. La vita artistica qui è più ricca del cioccolato, l'architettura è garbata come la gastronomia e la diversità è più spumeggiante della birra. Bruxelles è un emblema del meglio della cultura nordica.
    Che cos'è che rende Bruxelles speciale? I frutti di mare nei suoi magnifici ristoranti, il profumo dei waffle caldi in una fredda giornata d'inverno, i caffè e i pub che non chiudono mai, l'atmosfera cosmopolita e al contempo cordiale, i boschi appena dietro l'angolo, i fagiani e i tartufi in autunno, i fumetti, i negozi di design...


    Quando andare

    Bruxelles è affascinante in qualsiasi periodo dell'anno. Molti visitatori arrivano tra maggio e settembre, quando il tempo è migliore. Purtroppo però la bellezza discreta della città può essere sciupata dall'affollamento nei punti di interesse turistico e dalla scarsità di sistemazioni alberghiere. Se avete in mente una visita nel fine settimana, Bruxelles si presta particolarmente a questa soluzione, perché la maggioranza degli alberghi di lusso abbassa drasticamente le tariffe dal venerdì alla domenica. Non accontentatevi del primo prezzo che vi viene offerto. Da novembre a marzo il tempo è spesso pessimo (freddo intenso con rovesci di pioggia), e il numero di turisti è molto ridotto. Le ore di luce sono poche, ma coprendovi bene potrete visitare in pace musei e mercati, senza essere assillati dalla folla. E c'è sempre un caffè accogliente in cui rifugiarsi per sfuggire al freddo e alla pioggia.


    Curiosità

    Place de che?
    Molti visitatori che vengono a Bruxelles per la prima volta trovano irritanti i lunghi nomi delle vie, come 'Place de la Vieille Halle aux Blés Oud Korenhuis'. Provate a dirlo dopo un paio di bicchieri!

    In breve

    Nome completoBruxelles
    Superficie161 kmq
    Popolazione1.000.000
    Ora localeGMT/UTC +1 (Tempo medio dell'Europa Centrale (CET))
    Ora legale - Inizioultima domenica di marzo
    Ora legale - Fineultima domenica di ottobre
    Linguafiammingo (ufficiale)
    Le origini del bilinguismo belga risalgono all'epoca in cui i Franchi spinsero i Celti e i Galli verso le regioni meridionali, favorendo la diffusione del fiammingo al nord. Ed è ancora così, mentre a sud è il francese la lingua dominante. Bruxelles, che si trova nel mezzo, è una delle poche capitali al mondo ufficialmente bilingui.

    francese (ufficiale)
    Gli abitanti di lingua francese vivono in Vallonia, nel sud del Belgio.

    tedesco (ufficiale)

    Valutaeuro (euro)
    Corrente elettrica230V 50Hz
    Prese di corrente
    Spina europea a due spinotti metallici circolari.

    Articoli correlati


    Belgio: 10 motivi per cui non è noioso
    Bob Monkhouse, vecchia gloria della comicità inglese, aveva una buona battuta in repertorio: "Una volta sono stato in Belgio. Ma l'ho trovato chiuso". Eterno incompreso, popolato da burocrati, perso nelle nebbie del nord, il Belgio è stato quasi sempre avvolto da un'aura un po' triste. Chi lo conosce, però, ne parla oggi come di un paese pieno di fascino. Ecco dieci motivi per cui secondo noi val la pena scoprire questa perla dei Paesi Bassi.
    Leggi l'articolo completo >

    Dicembre 2013: festival in viaggio. Da Marrakech alla luce di Svezia
    A Marrakech per fare festa con il regista di Taxi Driver o a Brugge a scolpire nel ghiaccio ricordi che non si scioglieranno al primo sole? Sono sole alcune delle occasioni che questo mese offre per divertirsi in giro per il mondo, prima ancora che si alzi il sipario sul Natale.
    Leggi l'articolo completo >

    Foto dei viaggiatori - Bruxelles


    pubblicità

    pubblicità



    Link sponsorizzati