Informazioni pratiche

Visti e dogana

Documenti

I cittadini italiani e dei restanti paesi UE possono far ingresso in Austria con la carta d'identità valida per l'espatrio o il passaporto. I minori di 15 anni devono essere muniti della 'carta bianca' oppure del passaporto personale. L'Austria fa parte dello "spazio Schengen". La conseguenza più evidente delle disposizioni di Schengen per le persone è che non sono più tenute a mostrare il documento d'identità quando attraversano i confini degli stati firmatari.

Quando andare e clima

Musei e collezioni d'arte, edifici e chiese barocche in estate e gli sport sulla neve in inverno fanno dell'Austria una meta turistica in qualsiasi periodo dell'anno. L'alta stagione estiva (luglio e agosto) attira numerosi turisti e i prezzi sono alti. Il clima può essere torrido nelle città e molti luoghi di interesse turistico sono chiusi. Anche giugno e settembre sono abbastanza affollati. In inverno le città sono meno gremite e i prezzi degli alberghi sono più bassi (fanno eccezione i periodi di Natale e Pasqua). Gli sport invernali possono essere praticati da metà dicembre a fine marzo: l'alta stagione coincide con le vacanze natalizie e con il mese di febbraio. Le località turistiche alpine sono molto tranquille da fine aprile a fine maggio e in novembre. La primavera nelle Alpi arriva a giugno e i fiori montani tappezzano di colori i pendii.

Come arrivare

Vienna è il principale scalo aereo del paese, ma vi sono aeroporti internazionali anche a Linz, Graz, Salisburgo, Innsbruck e Klagenfurt. L'Austria ha eccellenti collegamenti ferroviari con tutte le principali città europee. Gli autobus sono generalmente più economici ma più lenti e meno confortevoli dei treni (per info: www.eurolines.com). Arrivare in Austria con l'auto è semplice e ci sono veloci autostrade (Autobahnen) che collegano il paese alle nazioni confinanti. I principali punti di confine sono aperti 24 su 24, quelli serviti da strade minori approssimativamente dalle 7 alle 21. Rapidi aliscafi navigano sul Danubio tra Vienna, Bratislava e Budapest in primavera e in estate, ma sono molto costosi; da maggio alla fine di settembre anche i piroscafi solcano le acque del Danubio tra Vienna e la città tedesca di Passau.

Trasporti locali

I sistemi di trasporto austriaci sono molto sviluppati ed efficienti. La Tyrolean Airways è la principale compagnia che gestisce i voli interni ed effettua numerosi voli giornalieri tra le varie città austriache. I treni sono confortevoli, puliti e abbastanza frequenti. La rete di Bundesbus (autobus federali) integra il servizio ferroviario ed è usata per spostamenti più brevi o per raggiungere località remote. Le località turistiche in Tirolo e Vorarlberg si possono raggiungere solo con i Bundesbus o con mezzi di trasporto privato. Le società di autonoleggio hanno filiali nelle città principali. Le strade sono generalmente in buono stato ma bisogna prestare particolare attenzione agli itinerari di montagna più impegnativi. I tram sono piuttosto frequenti nelle città austriache. Le biciclette possono essere noleggiate in qualsiasi noleggio o stazione ferroviaria. Vi sono molte piste ciclabili e quella sul Danubio, che dalla Foresta Nera, in Germania, arriva a Vienna e prosegue oltre, è un vero paradiso per i ciclisti.