Parque de los Enamorados

Da vedere  / parco
Luogo
Cuba  ,  Centro Città

Nel Parque de los Enamorados (parco degli innamorati), circondato dal flusso frenetico del traffico, si conserva ancora una parte del Cárcel coloniale, detto anche Prigione Tacón, costruita nel 1838, dove furono imprigionati molti patrioti cubani, tra cui José Martí.

Il carcere, un luogo brutale, che inviava gli sfortunati prigionieri ai lavori forzati nella vicina cava di San Lázaro, è stato finalmente demolito nel 1939 e il parco che è sorto sulle sue ceneri è stato dedicato alla memoria di coloro che soffrirono tanto orribilmente all'interno delle sue mura. Tutto quello che ne resta sono due minuscole celle e una chiesetta altrettanto piccola. Il bell'edificio che ricorda un po'una torta nuziale (in stile art nouveau con un tocco di eclettismo) su cui svetta la bandiera spagnola, alle spalle del parco, è l'antico Palacio Velasco (1912), oggi sede dell'ambasciata spagnola.

Ancora più oltre si trova il Memorial a los Estudiantes de Medicina , un frammento di mura incastonato nel marmo che segna il punto in cui otto studenti di medicina cubani scelti a caso furono fucilati dagli spagnoli nel 1871, un gesto di rappresaglia per la presunta profanazione della tomba di un giornalista spagnolo (crimine che in realtà gli studenti non avevano commesso).