Bahamas:

    Introduzione

    foto di Michael Lawrence

    DOCUMENTI PER I VIAGGI ALL'ESTERO DEI MINORI

    A partire dal 26 giugno 2012, tutti i minori potranno viaggiare in Europa e all'estero solo se muniti di un proprio documento di riconoscimento (carta d'identità, passaporto individuale, lasciapassare per l'espatrio di minori di 15 anni). Non sono pertanto più valide tutte le iscrizioni dei minori sul passaporto dei genitori (al contempo tali documenti rimangono comunque validi per il solo titolare fino alla naturale scadenza). Maggiori informazioni sono presenti sul sito della Polizia di Stato.


    Grazie alla loro vicinanza con gli Stati Uniti, le Bahamas sono diventate una meta assai frequentata dall'alta società e dagli amanti del caldo in fuga dall'inverno nordamericano. Nassau, l'estesa e assai popolata capitale, quasi non ha più tratti distintivi rispetto a molte città degli Stati Uniti. Tuttavia, c'è ancora l'imbarazzo della scelta fra le 700 isole e i 2500 isolotti del paese per scomparire in una foresta di mangrovie, esplorare la barriera corallina e rifuggire dagli alberghi modernissimi e dalle comitive dei viaggi organizzati.

    La repubblica corsara del XVIII secolo è diventata nel XX secolo il paradiso dei banchieri, quantomeno a New Providence e Grand Bahama. Sulle altre isole - un tempo note come Out Islands (Isole Esterne) e ora chiamate eufemisticamente Family Islands (Isole della Famiglia) - l'atmosfera è meno rivolta al turista nordamericano e ricorda molto i ritmi della vita delle Indie Occidentali. Sicuramente si è più in sintonia con l'ambiente locale ascoltando una band improvvisata che strimpella nel bar di un isolotto lungo la costa, piuttosto che distesi al sole in piscina in un resort di Paradise Island.

    Foto dei viaggiatori - Bahamas


    pubblicità

    pubblicità



    Link sponsorizzati