Informazioni pratiche

Visti e dogana

Documenti

I cittadini italiani non hanno bisogno di visto per entrare in Canada come turisti fino a un massimo di sei mesi. Ricordiamo che il passaporto dovrà essere valido per la durata dell'intera permanenza ed è inoltre richiesto il biglietto di andata e ritorno o di proseguimento del viaggio e fondi sufficienti per la durata del soggiorno sia per il viaggiatore sia per gli accompagnatori a suo carico. Nel caso siate genitori single/separati o nel caso in cui abbiate un minore a vostro carico, dovrete fornire, oltre al passaporto del minore, una lettera di consenso dei genitori o del tutore legale. Infatti, in Canada le leggi sul rapimento di minori sono molto severe.

Quando andare e clima

Per un viaggio in Canada suggeriamo l'inverno a chi vuole sciare; per i campeggiatori e per coloro che sono intenzionati a visitare l'estremo nord, invece, i mesi di luglio e agosto sono i migliori. Infine, se volete immergervi nella massima affluenza turistica, partite tra la metà di giugno e la metà di settembre, mentre, se preferite meno affollamento, prezzi più bassi e un ritmo più rilassato, scegliete la primavera o l'autunno, ma sappiate che alcuni servizi e attrattive destinate ai turisti potranno non essere disponibili.

Come arrivare

Molti visitatori arrivano in Canada passando per le principali città statunitensi in aereo, treno, autobus e automobile. Le principali linee ferroviarie provenienti dagli Stati Uniti sono tre: New York-Montreal, New York-Toronto, Buffalo-Depewe-Toronto, Seattle-Vancouver. La compagnia di autobus Greyhound degli Stati Uniti è collegata con le più importanti destinazioni del Canada, ma è necessario cambiare autobus al confine. Ci sono varie strade per attraversare la frontiera. Vi ricordiamo che nelle zone più battute dai turisti (come quella delle Cascate del Niagara) si possono formare lunghe code durante i fine settimana. Le code non saranno invece un problema se arriverete via terra dall'Alaska. Diversi traghetti collegano gli Stati Uniti al Canada, sul versante orientale e dallo stato di Washington all'isola di Vancouver. Il Canadian Border Services Agency (www.cbsa-asfc.gc.ca/general/times/menu-e.html) fornisce comunque informazioni dettagliate riguardo ad eventuali code presso il confine e tempi di attesa. Un'interessante ed avventurosa alternativa può essere una crociera Mont-Réal/Italia della durata di due settimane; per maggiori informazioni potete consultare il sito Cruise & Freighter Travel Association (800-872-8584 in USA; www.travltips.com).

Trasporti locali

Viaggiare via terra è molto più economico e, se non vi spaventano le lunghe distanze, molto più interessante che volare. La rete di collegamenti degli autobus è il più esteso sistema di trasporto pubblico ed è di solito molto meno costoso del servizio ferroviario che risulta fino a oggi limitato. La linea ferroviaria più lunga del paese è quella che unisce Toronto a Vancouver. Il treno che compie la famosa escursione, il Canadian, assomiglia alla classica e originale locomotiva di acciaio inossidabile degli anni '50, completa di una carrozza panoramica a due piani piena di finestrini per ammirare il paesaggio. Le tariffe aeree sono piuttosto care ma, se non avete grande disponibilità di tempo, le distanze da coprire possono essere così grandi da non offrire nessun'altra soluzione. Air Canada e Canadian Airlines sono le più importanti compagnie aeree nazionali. A chi ha tempo a disposizione ricordiamo invece che il modo migliore per esplorare il paese è quello di noleggiare un'automobile. I canadesi guidano tenendo la parte destra della strada, come negli Stati Uniti. Non dimenticate inoltre che la maggior parte delle città sono dotate di enormi e splendide piste ciclabili, che vi consentiranno di fare un pittoresco giro turistico. L'affitto della bici comprende anche l'elmetto e il lucchetto.