Gangte Goemba

Da vedere  / monastero

Il Gangte Goemba è l'edificio più grande della zona e sorge su una collina boscosa che domina la vasta distesa verde della valle di Phobjikha. L'ampio complesso è costituito dal goemba centrale, dalle abitazioni dei monaci, da una piccola guesthouse e da alcuni adiacenti centri per la meditazione.

Nel XV secolo, durante una visita alla valle di Phobjikha, lo scopritore di tesori Pema Lingpa profetizzò che un goemba detto gang-teng ("sommità della collina") sarebbe stato costruito in questo luogo per diffonderne gli insegnamenti. Nel 1613 Pema Thinley, nipote e reincarnazione di Pema Lingpa, eresse in questo sito un tempio, mentre il goemba fu fatto edificare dalla sua seconda reincarnazione, Tenzing Legpey Dhendup. L'attuale trulku (reincarnato) di Gangtey, Kunzang Pema Namgyal, è la nona reincarnazione del "corpo" di Pema Lingpa.

Lo tshokhang (sala di preghiera) è stato eretto in stile tibetano, con otto imponenti colonne, ed è uno dei più grandi in Bhutan. Il santuario interno ospita il chorten funerario del fondatore, Tenzing Legpey Dhendup. Molte delle parti lignee all'interno e all'esterno del goemba (che risale a 450 anni fa) sono state sostituite tra il 2001 e il 2008 a causa di un'infestazione di larve di coleotteri. Tra l'ottavo e il decimo giorno dell'ottavo mese lunare (settembre/ottobre) il Gangte Goemba ospita uno tsechu della durata di tre giorni, caratterizzato da cham (danze religiose) e dall'esposizione di un grande thondrol, nell'ultimo giorno delle celebrazioni.

Il lungo edificio bianco sulla collina a nord del goemba è il Kuenzang Chholing, un drubdey (centro di ritiro e meditazione per i monaci). Durante il normale periodo di meditazione, che dura tre anni, tre mesi e tre (a volte sette) giorni, i monaci restano sempre all'interno della costruzione e il cibo viene loro portato da altri monaci.