Informazioni pratiche

Visti e dogana

Documenti

Ai cittadini italiani, così come ai visitatori di molte altre nazionalità, è richiesto il visto turistico 'elettronico' (ETA) per poter entrare in Australia; potete richiedere questo visto presso le agenzie di viaggio o le compagnie aeree. Il passaporto dovrà avere una validità residua di almeno sei mesi. Facciamo presente ai cittadini italiani che non possono presentarsi alla sede dell'Ambasciata australiana a Roma (Via Antonio Bosio 5, 00161 Roma) senza aver preventivamente fissato un appuntamento. Le disposizioni riguardanti i visti e i moduli elettronici per richiederli online sono disponibili sul sito dell'ambasciata www.italy.embassy.gov.au; per chiarire eventuali dubbi si può inviare un fax allo tel. 06 8527 2400, oppure una email a visas-rome@dfat.gov.au.

Quando andare e clima

Tutti i periodi sono ugualmente buoni per visitare l'Australia. In estate (da dicembre a febbraio) fa molto caldo quasi ovunque, tranne che in Tasmania. Negli stati del sud questo è un periodo ottimo per la vita di spiaggia, ma occorre fare molta attenzione ai rischi del sole. Nel nord questa è la stagione delle piogge: il clima è molto umido e il mare pullula di meduse giganti (box jellyfish). Da giugno ad agosto il clima diventa più fresco. È un buon periodo per visitare il Queensland o l'outback. Se amate lo sci questo è il momento adatto per raggiungere i nevai del Victoria e del North South Wales. Nel complesso le scelte migliori sono la primavera e l'autunno perché il clima è mite quasi ovunque. In primavera l'outback si riempie di fiori mentre l'autunno è molto bello soprattutto a Canberra e nelle Victorian Alps. Se volete evitare il traffico e la ressa, non arrivate in Australia nel periodo di Pasqua.

Come arrivare

Quasi tutti i turisti arrivano in Australia in aereo. I principali aeroporti internazionali si trovano a Sydney (Kingsford Smith; codice SYD; 02-9667 9111; www.sydneyairport.com.au), Melbourne (Tullamarine; codice MEL; 03-9297 1600; www.melbourne-airport.com.au) e Brisbane (codice BNE; 07-3406 3190; www.brisbaneairport.com.au), seguiti da Perth (codice PER; 08-9478 8888; www.perthairport.net.au), Adelaide (codice ADL; 08-8308 9211; www.aal.com.au), Darwin (codice DRW; 08-8920 1811; www.ntapl.com.au) e Cairns (codice CNS; 07-4052 9703; www.cairnsport.com.au/airport). I collegamenti con l'Asia, l'Europa e gli Stati Uniti sono gestiti da numerose compagnie, quindi i prezzi variano, ma la lontananza dell'Australia dal resto del mondo fa sì che i voli rimangano comunque piuttosto costosi, oltre che lunghi. L'attuale apprezzamento internazionale per l'Australia rende difficile in molti casi trovare un volo che non sia già prenotato: conviene programmare il viaggio con molto anticipo. Da paesi come la Papua Nuova Guinea, l'Indonesia e alcune delle isole del Pacifico è possibile (ma di certo né facile né sicuro) raggiungere l'Australia via mare chiedendo un passaggio ad una nave o diventando membro di un equipaggio - informatevi in giro nei porti e nei circoli dedicati alla navigazione.

Trasporti locali

L'Australia è tanto vasta (e tanto vuota, in certe regioni) che circa l'80% dei viaggi su lunga distanza con i trasporti pubblici si effettuano per via aerea. Quantas (13 13 13; www.qantas.com.au) è la compagnia nazionale principale nel settore dei voli interni, insieme alla sua affiliata low cost, Jetstar (13 15 38; www.jetstar.com.au). Un'altra aerolinea molto competitiva che vola in tutto il paese è Virgin Blue (13 67 89; www.virginblue.com.au). Pochi pagano la tariffa piena per i voli nazionali poiché le compagnie aeree offrono un'ampia gamma di facilitazioni, tra cui sconti occasionali e pass aerei. In Australia ci sono anche molti piccoli operatori che gestiscono i collegamenti regionali; in diverse aree, come le isole più remote, costituiscono l'unico mezzo di trasporto. Molte di queste compagnie sono affiliate o partner commerciali di Qantas. Ci sono diverse compagnie di autobus a lunga percorrenza ma un unico servizio che si possa considerare realmente nazionale, quello della Greyhound Australia (13 14 99; www.greyhound.com.au). Gli autobus sono confortevoli e dotati di aria condizionata, bagni e televisione, ma se effettuate spostamenti tra le città principali preparatevi a un lungo viaggio. Potete anche scegliere di visitare parti dell'Australia a bordo di autobus più economici come parte di tour organizzati, che a volte durano più giorni. Tra le compagnie che offrono questo tipo di servizi vi segnaliamo Adventure Tours Australia (1300 654 604; www.adventuretours.com.au), Autopia Tours (1800 000 507; www.autopiatours.com.au), Easyrider Backpacker Tours (1300 308 477; www.easyridertours.com.au), Groovy Grape Getaways Australia (1800 661 177, 08-8371 4000; www.groovygrape.com.au), Nullarbor Traveller (08-8390 3297; www.the-traveller.com.au), Oz Experience (1300 300 028; www.ozexperience.com), Wayward Bus Touring Company (1800 882 823; www.waywardbus.com.au) e Wild-Life Tours (1300 661 730; www.wildlifetours.com.au). Sono pochi i turisti che fanno lunghi viaggi in treno, perché di solito questo è il sistema più lento di trasporto via terra e resta, in proporzione, costoso. I tre servizi interstatali principali - ovvero l'Indian Pacific tra Sydney e Perth, l'Overland tra Melbourne e Adelaide e il Ghan tra Adelaide e Darwin - sono gestiti dalla Great Southern Railways (13 21 47; www.gsr.com.au). Molti turisti si uniscono in gruppi e noleggiano o acquistano un autoveicolo (far arrivare il vostro veicolo in Australia è molto costoso). Questo può essere un modo economico di viaggiare per l'Australia, ammesso che non si incorra in troppi guasti meccanici. Nel paese sono presente tutte le grandi agenzie internazionali di autonoleggio; se cercate delle tariffe un po'più basse potete rivolgervi a quelle locali, ma ricordatevi di controllare che il contratto preveda chilometri illimitati, in modo da potervi spostare senza costrizioni. La Highway 1 circumnaviga il continente, restando vicina alla costa per buona parte del percorso. Fate attenzione ai mostruosi autotreni (camion con rimorchi multipli) sulle strade di campagna; naturalmente è saggio dare la precedenza a qualunque veicolo più grande del vostro. L'acqua di certo non manca in Australia, ma a meno che non siate abbastanza fortunati da riuscire a trovare un passaggio su uno yacht, non è assolutamente un modo fattibile di spostarsi nel paese. L'unico servizio regolare che trasporta passeggeri è gestito da TT-Line (1800 634 906; www.spiritoftasmania.com.au), che con i suoi due traghetti fa la spola tra Devonport e Melbourne. L'Australia ha molto da offrire ai ciclisti; per informazioni potete rivolgervi all'associazione nazionale per il ciclismo, la Bicycle Federation of Australia (02-6249 6761; www.bfa.asn.au). La sensibilità nei confronti dei viaggiatori diversamente abili è molto alta. Prima di organizzare il viaggio contattate la compagnia aerea con cui volerete e una volta in Australia le compagnie che si occupano di servizi di trasporto interno in genere sono in grado di fornire informazioni utili.