Afghanistan:

    Mete interessanti

    Kabul

    La capitale dell'Afghanistan non è mai stata una città particolarmente bella né interessante e sicuramente gli ultimi 20 anni di guerra non le hanno giovato. Quando si sono ritirati dal paese nel 1989, i Sovietici hanno lasciato una città relativamente intatta, ma in seguito Kabul è stata praticamente distrutta dai bombardamenti e dalle battaglie combattute per le strade, che secondo le stime hanno causato la morte di 30.000 persone.
    Il Museo di Kabul una volta possedeva una delle più belle collezioni di oggetti antichi dell'Asia, ma tre quarti dei reperti sono stati saccheggiati. È ancora possibile vedere ciò che è rimasto (ossia le opere prive di valore economico), ma non c'è un orario di apertura regolare.
    Una volta si poteva anche fare a piedi il giro delle mura che racchiudono l'antica cittadella, detta Bala Hissar, impresa che richiedeva circa cinque ore di cammino; ora invece è vietato, nonché estremamente pericoloso a causa delle mine e delle bombe inesplose. I piacevoli Giardini di Babur, vicino alla cinta muraria e ora anch'essi vietati, erano una bella zona in cui riposarsi al fresco.

    Nuristan

    Situato a nord-est di Kabul, il Nuristan (Terra di Luce) è una remota regione montuosa di grande interesse etnologico che è sempre stata meta di pochi visitatori. Eric Bewby lo descrive in modo memorabile del suo divertente A Short Walk in the Hindu Kush.
    A Shahr-i-Zohak (La Città Rossa) vi sono i ruderi di un'antica cittadella costruita per proteggere Bamiyan. Si trova circa 17 km prima di Bamiyan e 180 km a nord-ovest di Kabul. In passato fu il centro del regno ghorid.
    Bamiyan è il luogo in cui erano situati i Grandi Buddha, le due statue alte 35 m e 53 m racchiuse in suggestivi templi scolpiti nella roccia. Nonostante gli appelli della comunità internazionale (compresi i governi dell'Iran e dell'Arabia Saudita), questi antichi giganti costruiti tra il II e il V secolo sono stati distrutti dai talebani nel 2001 perché, secondo l'interpretazione della legge islamica data dalle autorità religiose, recavano offesa ad Allah. È ancora possibile visitare i templi, ma è rimasto ben poco.
    Shar-i-Gholgola è la città in rovina più importante della valle. Il nome significa 'città dei sospiri' e una volta chi veniva a visitare questo luogo era solito salire in cima a uno spettacolare dirupo nei pressi per ammirare i Buddha al di là della valle.
    Gli incredibili laghi di Band-i-Amir (Diga del Re) sono distese di limpide acque azzurre cui fanno da argine depositi solforosi e da corona imponenti dirupi di colore rosa. Questa località si trova 75 km dopo Bamiyan.

    Ghazni

    La Ghazni moderna non è che una pallida ombra della gloriosa città di un tempo. Si trova a soli 150 km a sud-ovest di Kabul sulla strada per Kandahar, ma la strada è in condizioni così cattive che il viaggio richiede quasi una giornata intera. Oggi Ghazni è nota soprattutto per il suo bel bazar, dove sono in vendita merci dell'Afghanistan e dei paesi circostanti.
    La tomba di Abdul Razzak, accuratamente restaurata, e il museo al suo interno sono interessanti. Potrete vedere anche alcuni minareti molto belli, gli scavi del Palazzo di Masud e, fatto sorprendente, uno stupa buddhista che è stato scoperto di recente e risale a molto prima dell'invasione araba del VII secolo.

    Kandahar

    Situata all'estremo sud del paese, a metà circa tra Kabul e Herat, Kandahar è la seconda città dell'Afghanistan in ordine di grandezza e sorge presso un importante nodo stradale. Qui la direttrice principale proveniente da Kabul si dirama in due strade, una che procede in direzione nord-ovest alla volta di Herat e una diretta a sud-est verso Quetta, in Pakistan.
    Kandahar si trova nel cuore del Pashto e la sua importanza odierna deriva dal fatto che è la base del potere della milizia talebana. Il suo tesoro più prezioso, un mantello appartenuto al Profeta, è custodito al sicuro dagli occhi degli infedeli nella Moschea del Mantello Sacro, chiamata in lingua locale Da Kherqa Sharif Ziarat.
    Ad alcuni chilometri dal centro di Kandahar, verso Herat, vi sono i Chihil Zina ovvero Quaranta Scalini, che conducono a una nicchia scolpita nella roccia da Babur, fondatore dell'impero moghul, e sono sorvegliati da due leoni in pietra.

    Herat

    In passato Herat era una piccola località di provincia relativamente verde caratterizzata da un'atmosfera rilassante, un'oasi di tranquillità in cui cercare rifugio dalle fatiche del viaggio e dall'arido deserto. Nel XV secolo era il centro timuride dell'arte, della poesia, dei dipinti in miniatura e della musica, il luogo in cui le tradizioni della Persia, dell'Afghanistan e dell'Asia centrale si fusero dando vita a una delle massime espressioni culturali di questa parte del mondo. Oggi invece è oppressa dal giogo del regime puritano dei talebani.
    La principale attrattiva di Herat è la Moschea del Venerdì o Masjid-i-Jami, uno degli edifici islamici più belli del mondo e sicuramente il più bello dell'Afghanistan. La sua aggraziata struttura è completata da squisite formelle timuridi. L'antica cittadella o quala (1305) attualmente è occupata da una base talebana. Il bazar coperto del Char Suq ospita negozi e botteghe di ogni tipo.
    Con una breve camminata dal centro si raggiungono i resti di un'antica madrasa (1417) costruita per volere della regina Gaur Shad. Moglie del sovrano timuride Shah Ruk e nuora di Tamerlano, Gaur Shad era una donna assai capace e riuscì a mantenere intatto l'impero per molti anni. Il suo mausoleo sorge accanto alla madrasa ed è una copia del Gur Emir di Samarcanda.
    Circa 5 km a est di Herat è situato il complesso religioso di Gazar Gah (1425). L'elemento principale è la tomba di Abdullah Ansar, famoso mistico e poeta sufi morto a Herat nel 1088. Qui sono sepolti anche il re afghano Dost Mohammed e il famoso poeta persiano Jami.
    Il minareto di Jam, alto 65 m e distante circa 313 km da Herat e 550 da Kabul, è il secondo del mondo in ordine di altezza ed è anche uno dei più antichi: risale infatti a circa 800 anni fa.

    Forum - Afghanistan - Idee e consigli dai viaggiatori

    Goreme
    Agosto 2014
    Colombo
    Giugno 2014
    Fiorenza tour..
    Maggio 2014

    Foto dei viaggiatori - Afghanistan


    pubblicità

    pubblicità



    Link sponsorizzati