Informazioni pratiche

Visti e dogana

Documenti

I viaggiatori di nazionalità italiana, così come quelli della maggior parte dei paesi, devono essere muniti di visto d'ingresso, che consente una permanenza fino a 120 giorni, e che è possibile ottenere all'arrivo, sia all'aeroporto sia ai posti di confine terrestri, oppure via internet (www.armeniaforeignministry.com), seguendo tutte le procedure indicate o ancora prima della partenza. Ai fini del rilascio ricordiamo che il passaporto dovrà avere una validità residua di almeno due mesi dal rientro in Italia. Per maggiori informazioni sui tempi, costi e procedure di rilascio dei visti contattate l'Ambasciata dell'Armenia in Italia (tel. 06 329 6638; fax 06 329 7763; embarmit@tin.it; info@ambasciataarmena.it; Via dei Colli della Farnesina 174, 00194 Roma).

Quando andare e clima

L'autunno (settembre-ottobre) è probabilmente la stagione più bella: durante il giorno spira una brezza balsamica, le notti sono fresche e i paesaggi hanno colori molto suggestivi. Non esiste l'alta stagione quindi in nessun periodo dell'anno dovrete lottare con orde di turisti per avere una camera. Tra maggio e ottobre potrete evitare le temperature più fredde dell'inverno, ma se vi piace sciare l'Armenia offre ottime strutture a prezzi più bassi di quelli europei. La stagione sciistica va da gennaio a febbraio.

Come arrivare

Per raggiungere in aereo l'aeroporto Zvartnots di Yerevan occorrono circa 5 ore dalle principali città europee. Ci sono molti collegamenti con scalo a Mosca, mentre aumentano i voli dal Medio Oriente, Dubai per esempio. Via terra, l'unica soluzione è acccedere da sud via Iran o dal nord via Georgia. I confini con Turchia e Azerbaigian sono al momento chiusi anche se, in modo un po' assurdo, si vola da Istanbul a Yerevan.

Trasporti locali

I minivan (marshrutka) sono il mezzo di trasporto più diffuso: vi porteranno ovunque. Il viaggio da Yerevan ai luoghi più remoti del paese, come Agarak, al confine con l'Iran, richiede 10 ore di minivan. Gli autobus non sono consigliabili, perché lenti e inaffidabili, ma spesso sono l'unica soluzione per raggiungere alcuni villaggi. La rete ferroviaria è molto limitata, ma l'unica linea metro di Yerevan è efficiente ed economica. Potete noleggiare automobili, ma le condizioni del traffico possono essere molto impegnative. Le condizioni delle strade sono migliorate, anche grazie alle donazioni della diaspora armena, e le principali autostrade sono in fase di manutenzione.