Venezuela:

    Ambiente

    Il Venezuela si estende lungo la costa settentrionale del Sud America, a nord del Brasile tra la Colombia e la Guyana. La regione sudorientale è caratterizzata dalla presenza del Massiccio della Guayana e un'altra porzione del paese, pari al 30%, è occupata dall'ampia pianura erbosa dei Llanos, resi fertili dall'Orinoco, il terzo fiume più lungo del Sud America. Il lago di maggiori dimensioni di tutto il continente, il lago di Maracaibo, si trova nella parte nordoccidentale del paese ed è circondato da terre basse, in parte paludose e in parte coltivate. A sud del lago si ergono le propaggini settentrionali delle Ande, qui conosciute come la Cordillera de Los Andes, che raggiungono l'altitudine di 5007 m al Pico Bolívar. Gli umidi pascoli sulle montagne, noti come páramos, ospitano alcune delle specie vegetali più sorprendenti del Venezuela. Altre piante particolarmente interessanti si possono osservare sui tepuis (montagne dalla cima piatta) nella regione sudorientale del paese, nei dintorni di Roraima.

    Il clima venezuelano è in prevalenza tropicale, fatta eccezione per una zona calda e temperata lungo la costa caraibica. L'escursione termica è limitata (a Caracas la temperatura oscilla tra i 18° e i 20° mentre a Maracaibo tra i 17° e i 29°) e così le zone climatiche del paese si distinguono in base alle precipitazioni piuttosto che alle differenze di temperatura. La regione costiera settentrionale è caratterizzata da un clima relativamente secco, nonostante le precipitazioni aumentino man mano che si procede verso est in direzione dei Llanos e del Massiccio della Guayana (in entrambe le zone il livello medio annuale è pari a 150 cm). La stagione secca (chiamata 'verano') va da dicembre ad aprile, mentre la stagione delle piogge ('invierno') copre la parte restante dell'anno. Nella regione amazzonica non si può individuare una stagione arida, dal momento che le precipitazioni annuali superano i 200 cm senza distinzione di periodo. La stagione migliore per visitare il Venezuela è quella secca, soprattutto per chi ha intenzione di effettuare escursioni a piedi.

    Articoli correlati


    Giugno: le mete del mese. Dagli Appalachi all'Orinoco
    Grandi avventure a tu per tu con la natura americana e due mete europee dal fascino diversissimo ma inesauribile. Giugno è un mese da dedicare alle sperimentazioni.
    Leggi l'articolo completo >

    Grandi viaggi letterari, da Omero a Che Guevara
    Anche se non tieni l'Odissea sul comodino e conosci Che Guevara più come rivoluzionario che come scrittore di mémoires, ti verrà la pelle d'oca all'idea di vivere in prima persona uno dei grandi viaggi raccolti in questo articolo.
    Leggi l'articolo completo >

    Forum - Venezuela - Idee e consigli dai viaggiatori

    Info trasporti
    Luglio 2013
    Info venezuela
    Maggio 2013
    Info venezuela
    Maggio 2013
    Mare in venezuela
    Febbraio 2013

    Lettere - Venezuela - Suggerimenti, mete, curiosità

    Abbasso i pappataci, viva le case dai colori pastello
    di Alessandro De Leonardis
    Marzo 2009
    Castillo Libertador a Porto Cabello
    di Fabrizio (Gufo) Antonioli
    Aprile 2008
    Escursione al Salto del Sapo
    di Maristella Faccio
    Gennaio 2008
    Pousada a Ciudad Bolivar
    di Maristella Faccio
    Gennaio 2008

    Foto dei viaggiatori - Venezuela


    pubblicità

    pubblicità



    Link sponsorizzati