El Salvador:

    Mete interessanti

    San Salvador

    La capitale, San Salvador, che tra l'altro è la città più grande del paese, è situata in una valle alle pendici del vulcano omonimo. La città non sorge in un punto ideale, dato che la valle trattiene l'inquinamento dei gas di scarico delle automobili intrappolate nel caotico traffico cittadino. Le migrazioni dai centri rurali, unite ai problemi economici del periodo della guerra, hanno causato un forte aumento della povertà urbana: il tasso di disoccupazione si aggira tuttora intorno al 50%. La città abbonda di baraccopoli e le strade sono popolate da un gran numero di persone che per tirare avanti vendono di tutto, dalla frutta non proprio appena colta a pistole e fondine.
    San Salvador fu fondata nella sua attuale ubicazione nel 1546 e divenne capitale dello stato nel 1839. Nonostante la città abbia una storia lunga e ricca, non rimangono antiche costruzioni da visitare, a causa delle ricorrenti sciagure che l'hanno colpita: due incendi (nel 1854 e nel 1873), l'eruzione del vulcano (1917) e un'alluvione (1934). Il terremoto del 1986 e quello violentissimo del 2001 hanno causato danni notevoli, e il processo di ricostruzione non è ancora terminato.
    Il simbolo della città è la Catedral Metropolitana, che ospita la tomba dell'arcivescovo Oscar Romero. La cattedrale si affaccia sulla piazza principale, Plaza Barrios. Il Teatro Nacional, sfarzosa costruzione situata nelle vicinanze, risale al 1917. A San Salvador si tengono due mercati: il Mercado Ex-Cuartel, che abbonda di prodotti d'artigianato, stoffe lavorate a mano e oggetti in ceramica, e il Mercado Central, dove si vendono i prodotti per le necessità di tutti i giorni. Il Museo Nacional David J. Guzmán ospita gran parte degli importanti reperti archeologici del paese, e il Jardín Botánico La Laguna, che ha sostituito un vecchio acquitrino adagiato sul fondo di un cratere vulcanico, è un giardino dal grande fascino.
    Per il pernottamento è consigliabile mantenersi intorno alle zone delle stazioni degli autobus orientale e occidentale. Tuttavia, queste zone non sono molto sicure, soprattutto di notte. Alcune strutture situate nel centro cittadino offrono servizi migliori e più sicuri, e nella parte occidentale della città abbondano le piccole pensioni. Zona Rosa è il nome del ristorante più raffinato ed esclusivo della città nonché del quartiere dalla vita notturna più interessante.

    La Libertad

    La Libertad, la spiaggia più vicina alla capitale, è una località molto frequentata dagli appassionati di surf perché offre le onde migliori sulla costa del Pacifico. Se praticare il surf non vi interessa, non c'è molto altro da fare in questa piccola località marittima piena di pesce essiccato o sminuzzato che emette un fortissimo odore pungente. Durante i fine settimana si riempie di gente di città, ma se le strade diventano davvero troppo affollate per i vostri gusti, dirigetevi verso una delle tante spiagge lungo la Costa del Bálsamo, 75 km di litorale ideale per il surf che si estende da La Libertad a Acajutla.
    La Libertad si trova 37 km a sud di San Salvador; per raggiungerla dalla capitale impiegherete circa un'ora di autobus.

    Foresta pluviale di Montecristo

    La zona di incontro tra El Salvador, Honduras e Guatemala riceve 200 cm di precipitazioni annuali, arriva a una percentuale di umidità del 100% e vanta cime che si elevano fino a 2400 m, condizioni queste ideali per la foresta pluviale dalle cime costantemente coperte dalla nebbia. Nella foresta di Montecristo, le foglie di piante di 30 m di altezza formano un tetto impenetrabile ai raggi del sole. Felci, orchidee, funghi e muschio crescono rigogliosi e, tra le specie della ricchissima fauna locale figurano scimmie ragno, formichieri a due dita, puma, aguti, tucani e barbagianni striati.
    La foresta di Montecristo si trova all'interno del Parque Nacional Montecristo-El Trifinio, a nord-est del vulcano Metapán, ormai spento, quattro ore di autobus a nord di San Salvador.

    Rovine di Tazumal

    Le rovine maya di Tazumal, le più importanti e le meglio conservate del paese, si trovano presso Chalchuapa. In lingua quiché, Tazumal significa 'piramide dove viene dato fuoco alle vittime'. Le rovine sono soltanto una parte dell'area di 10 kmq sepolta sotto il centro abitato. Gli archeologi impegnati negli scavi sostengono che i primi insediamenti nell'area risalgano al 5000 a.C. e che le rovine finora rinvenute possano essere fatte risalire a un arco di tempo di mille anni. I manufatti ritrovati a Tazumal dimostrano che il paese manteneva rapporti commerciali consolidati e molto attivi con luoghi lontani come Panamá e il Messico.
    Chalchuapa è situata 76 km a nord-ovest di San Salvador, a circa due ore di autobus dalla capitale; di solito, il percorso in autobus prevede il passaggio per Santa Ana.

    Foto dei viaggiatori - El Salvador


    pubblicità

    pubblicità



    Link sponsorizzati