Ruanda:

    Introduzione

    foto di Dawn Delaney


    Avvertenza...
    Anche se la situazione nel paese è migliorata negli ultimi anni, evitate di spingervi al confine con il Burundi e con la Repubblica Democratica del Congo, per la presenza di bande armate.

    DOCUMENTI PER I VIAGGI ALL'ESTERO DEI MINORI

    A partire dal 26 giugno 2012, tutti i minori potranno viaggiare in Europa e all'estero solo se muniti di un proprio documento di riconoscimento (carta d'identità, passaporto individuale, lasciapassare per l'espatrio di minori di 15 anni). Non sono pertanto più valide tutte le iscrizioni dei minori sul passaporto dei genitori (al contempo tali documenti rimangono comunque validi per il solo titolare fino alla naturale scadenza). Maggiori informazioni sono presenti sul sito della Polizia di Stato.


    Un tempo il nome Ruanda evocava immagini dei meravigliosi gorilla di montagna e di vedute mozzafiato degli splendidi rilievi montuosi, poi la guerra macchiò con il sangue ogni splendore. Oggi per fortuna la pace è tornata, i danni lasciati dalla guerra sono stati in parte cancellati dal desiderio di rinascita degli abitanti, l'economia nazionale è in qualche modo risorta e i viaggiatori possono spostarsi per il paese con relativa sicurezza.

    Anche se le cose sembrano tornare alla normalità, il paese è ancora scosso dal ricordo del genocidio perpretrato nel 1994 ai danni dei tutsi: un brutale, spietato e forse premeditato massacro che ha causato quasi un milione di morti e la cui responsabilità deve essere attribuita alle milizie di estremisti hutu. Con ogni probabilità, a dispetto della pace, l'astio tra le due etnie è destinato a durare, come una ferita aperta.

    Le seducenti risorse naturali del Ruanda offrono un'esperienza davvero indimenticabile. Il viaggiatore può far visita ai gorilla di montagna nel riaperto Parc National des Volcans, o osservare le centinaia di specie di alberi e uccelli che popolano le magnifiche foreste pluviali di Nyungwe. Anche i centri urbani, come Butare e la capitale, Kigali, hanno in parte mutato il proprio volto, grazie all'apertura di locali in cui trascorrere il tempo gustando cibo e bevande tipici o lasciandosi trasportare dal ritmo della danza. Le sponde del lago Kivu offrono numerose occasioni di svago e di riposo per i viaggiatori e per gli inviati delle ONG ancora sul posto.

    Articoli correlati


    Quattro luoghi che fermano il tempo
    Ogni giorno insegna lezioni sul futuro: i libri sono sostituiti dagli e-book, i portatili dai tablet, il cibo fresco da quello biologico. In viaggio, però, ti capita di incontrare mondi e ambienti che resistono all'avanzata dell'inesorabile. Luoghi nei quali il tempo sembra essersi fermato sul... fermo immagine migliore. Ecco alcune idee per vivere in prima persona ciò di cui stiamo parlando.
    Leggi l'articolo completo >

    Africa orientale: il grande viaggio nelle terre swahili
    I safari non sono la sua unica attrattiva: l'Africa orientale offre molto altro. Inizia il viaggio da Nairobi, ottima base grazie al buon numero di collegamenti aerei, e regalati il piacere della scoperta tra riserve naturali, Montagne della Luna e spiagge tropicali.
    Leggi l'articolo completo >

    Forum - Ruanda - Idee e consigli dai viaggiatori

    Gorilla tracking
    Febbraio 2012

    pubblicità

    pubblicità



    Link sponsorizzati