Informazioni pratiche

Visti e dogana

Documenti

I cittadini di nazionalità italiana e dei restanti paesi UE possono visitare la Réunion con la carta d'identità valida per l'espatrio o il passaporto. Per permanenze superiori ai tre mesi o per soggiorni di lavoro occorre ottenere dalla locale Prefettura il permesso di soggiorno.

Quando andare e clima

La prima cosa da tenere in considerazione nel pianificare il viaggio è il clima. L'unico periodo indicato per fare trekking attraverso lo spettacolare paesaggio montano di Réunion è la stagione secca, che va da aprile a settembre. Poiché non sarete i soli a programmare il viaggio in funzione del clima, vi raccomandiamo vivamente di prenotare con largo anticipo, soprattutto durante l'alta stagione. I periodi di maggiore affluenza sono i mesi di aprile e maggio e quello compreso tra la fine di luglio e i primi di settembre, che coincide con le vacanze scolastiche estive francesi. Ad agosto, che è anche il periodo migliore per fare trekking, si corre il rischio di non trovare posto in albergo a meno che non si abbia una prenotazione. I mesi in cui si registrano meno presenze sono febbraio e marzo, che corrispondono alla stagione dei cicloni. In genere il cambio di stagione avviene ad aprile, che non è male per visitare l'isola, ma i mesi di maggio e giugno sono probabilmente i migliori in assoluto.

Come arrivare

Esistono collegamenti aerei fra Réunion e Mauritius, le Seychelles, le Comore, Mayotte, il Madagascar, la Repubblica Sudafricana, il Kenya e, ovviamente, la Francia continentale. Per altre destinazioni internazionali, dovrete fare scalo a Mauritius. Partendo dalla Francia, vengono considerati alta stagione il periodo compreso tra luglio e metà settembre e le festività natalizie. Al momento non sono previste tasse d'imbarco. Le navi da crociera preferiscono quasi tutte Mauritius e le Seychelles a Réunion.

Trasporti locali

L'aeroporto Roland Garros si trova circa 11 km a est di St-Denis, cui è collegato da taxi e autobus frequenti. I taxi effettuano servizio anche nelle città, ma solo su richiesta. Nelle zone rurali, dove non esistono autobus, osservano orari prestabiliti. È inoltre possibile noleggiare un taxi con autista per un tour dell'isola di un giorno. La compagnia di autobus 'Cars Jaunes' (Vetture Gialle) serve quasi tutte le località di Réunion. I collegamenti principali sono quelli da St-Denis a St-Pierre, da St-Denis a St-Bênoit, da St-Pierre a St-Bênoit, da St-André a Salazie e da St-Pierre al Cirque de Cilaos. La rete stradale sull'isola è ottima e dotata di una buona segnaletica. Salire sulle montagne percorrendo le strade dell'anfiteatro naturale è un'esperienza magnifica. Come nel resto della Francia, a Réunion si guida tenendo la destra. Per guidare sull'isola è necessaria una patente francese o internazionale in corso di validità. I cittadini UE possono utilizzare la propria patente con tranquillità. A causa del traffico, della fretta che accomuna quasi tutti gli automobilisti, della forte pendenza delle strade di montagna e della loro precarietà, chiunque pensi di spostarsi in bicicletta dovrebbe essere pronto ad affrontare situazioni potenzialmente pericolose. Le strade costiere sono troppo trafficate per le biciclette, mentre quelle dell'anfiteatro naturale sono troppo ripide; tuttavia, le stradine secondarie e l'entroterra sono un terreno ideale per le mountain bike. Troverete diversi posti dove poter chiedere informazioni, noleggiare biciclette e organizzare escursioni.