Mauritius:

    Cultura

    Più della metà della popolazione mauriziana è induista e circa un quinto è musulmana; entrambi i gruppi discendono dai braccianti condotti sull'isola dagli inglesi per lavorare nelle piantagioni di canna da zucchero. Molti abitanti di ceppo cinese o sino-mauriziano furono portati sull'isola come lavoratori, ma la maggior parte venne in qualità di imprenditori; ancora oggi controllano quasi tutto il commercio dei piccoli centri. Il resto della popolazione è composto da creoli, discendenti degli schiavi africani, e da franco-mauriziani che, sebbene rappresentino solo il 2% dell'intera popolazione, in quanto dopo l'indipendenza molti sono immigrati in Sudafrica o in Francia, detengono tuttora il controllo di molte piantagioni di canna da zucchero.

    La lingua ufficiale dell'isola è l'inglese, ma sentirete anche parlare francese, creolo (un miscuglio di francese e vari dialetti africani) e alcune lingue indiane. Il principale contributo dell'isola al mondo delle arti è il séga, una danza creola estremamente erotica, che si esegue con passi strisciati e piroette e viene ballata in genere sulle spiagge, al ritmo della musica latinoamericana, caraibica o africana. Le variazioni séga su musica creola sono molto popolari nelle discoteche dell'isola e risultano sicuramente molto più divertenti dei super coreografici "spettacoli culturali" organizzati nelle sale dei grandi alberghi.

    Probabilmente il romanzo più famoso ambientato a Mauritius è Paul et Virginie, una mielosa storia d'amore scritta dal francese Bernardin de St Pierre, di cui troverete numerosi riferimenti su tutta l'isola. Tra i più famosi autori mauriziani figurano Malcom de Chazal, Robert Edward Hart, Edouard Maunick, i fratelli Loys e André Masson e l'umorista Yvan Lagesse. René Asgarally e Ramesh Ramdoyal sono i più noti autori contemporanei di opere creole. Sia Joseph Conrad sia Mark Twain hanno visitato Mauritius scrivendone le loro impressioni; Charles Baudelaire scrisse la sua primissima poesia, 'A une Dame Créole' ('A una donna creola'), nella cittadina mauriziana di Pamplemousses.

    Una delle principali attrazioni di Mauritius è la sua magnifica cucina, compendio di più gastronomie. I piatti più comuni sono quelli creoli, europei, cinesi, quasi tutti a base di pesce. Il tipico buffet mauriziano è composto da biryani musulmano, pollo al curry indiano, maiale alla cinese, roast beef creolo e verdure cucinate alla francese. Il riso bollito accompagna praticamente ogni pietanza. Tra le ricette più comuni figurano la 'rougaille', un piatto mediterraneo con pomodori, cipolle, aglio e tutti i tipi di carne o pesce, e il 'daube', il polipo bollito. Le più amate bevande locali sono il rinfrescante 'lassi', un misto di yogurt e acqua fredda, e l' 'alouda', un infuso sciropposo di agar, latte ed essenze aromatiche, in vendita ovunque nei chioschi lungo le strade. La birra e il rum di produzione locale sono bevande forti, abbondanti ed economiche; i vini sono costosi e, di solito, importati dalla Francia o dal Sudafrica.

    Articoli correlati


    Mauritius: i migliori siti per le immersioni
    Mauritius non si arrende alla popolarità delle Maldive ed è scelta sempre più spesso dagli appassionati di immersioni. Nelle sue acque turchesi vive una vera e propria moltitudine di specie marine: oltre ai pesci dai colori arcobaleno (ma non mancano gli squali) e alle grandi specie pelagiche è possibile ammirare paesaggi sottomarini fantastici e relitti, ma anche scogliere che si inabissano per centinaia di metri. Ecco le migliori idee dei nostri autori per fare quattro passi nel profondo blu.
    Leggi l'articolo completo >

    Mauritius, la tua porzione di paradiso
    Spiagge che superano qualsiasi superlativo, paesaggi incontaminati che rimarranno indelebilmente nella tua memoria, avventura in abbondanza e ottime occasioni per ammirare la fauna selvatica. Le attrattive di Mauritius sono infinite. Un paradiso in terra? Giudica tu.
    Leggi l'articolo completo >

    Forum - Mauritius - Idee e consigli dai viaggiatori

    Mauritius
    Maggio 2009

    Lettere - Mauritius - Suggerimenti, mete, curiosità

    A Chamarel, terre colorate e rhum
    di Beatrice Allegra
    Marzo 2011
    Dormire a Mauritius, Réunion e Rodrigues
    di Fabrizio Schneider
    Dicembre 2010
    UNA "RHUMERIE" DA VISITARE A MAURITIUS
    di Andrea Zambelli
    Ottobre 2009
    Mangiare in spiaggia
    di Sabrina Girardi
    Maggio 2008
    Attenzione ai francobolli
    di Alessandra Vianello
    Maggio 2008

    Foto dei viaggiatori - Mauritius


    pubblicità

    pubblicità



    Link sponsorizzati