Gambia:

    Ambiente

    Con una superficie totale minore di quella delle Bahama o del Connecticut, il Gambia è una delle più piccole nazioni dell'Africa occidentale. I suoi confini assomigliano a un lungo e tortuoso pezzo di intestino, con circa 35 km di larghezza e 300 km di lunghezza e con il fiume Gambia, la caratteristica geografica più evidente del paese, che taglia la nazione esattamente a metà nel senso della lunghezza. Il confine occidentale è delimitato dall'Oceano Atlantico. Il paese è completamente circondato dal Senegal.

    Il paesaggio è così pianeggiante che il dislivello del serpeggiante fiume Gambia, nel corso dei suoi 450 km, varia di soli 10 m. L'habitat del fiume è facilmente diviso in due zone principali, estuario e acqua dolce, che a loro volta determinano in gran parte il tipo di flora circostante. Durante la stagione secca (da novembre a giugno) l'acqua salata si insinua per circa 150 km verso la sorgente e arriva fino a Kantaur. Al fondo dell'estuario le mangrovie dominano le rive del fiume, con grandi canneti nella zona interna, mentre dove l'acqua è dolce le sponde sono fiancheggiate da foreste che formano una sorta di galleria. Lontano dal fiume la posizione del Gambia nel Sahel meridionale, una regione semi-arida a sud del deserto del Sahara, fa sì che la vegetazione naturale si limiti più o meno a secca prateria e aperta savana.

    Nel Gambia è stata registrata la presenza di più di 600 specie di volatili; si tratta di una concentrazione decisamente notevole per un paese così piccolo. La Riserva Naturale di Abuko è il posto migliore nelle vicinanze di Banjul per osservare un gran numero di specie ornitologiche; tuttavia, il paese ospita altri cinque parchi nazionali e riserve dove la fauna è ugualmente ricca. La riserva ornitologica di Tanji, sulla costa, è un importante punto di sosta per gli uccelli migratori, in particolare per i volatili acquatici che giungono in Gambia ogni inverno in gran numero dall'Europa. Il parco nazionale di Abuko e quello del fiume Gambia sono le riserve ideali da visitare per vedere scimmie e scimpanzè.

    Il clima in Gambia è caratterizzato da una lunga stagione secca (da novembre a maggio) e da una breve stagione delle piogge (da giugno a ottobre). Il mese più piovoso dell'anno è agosto. Le temperature massime vanno da 24ºC tra dicembre e febbraio a 30ºC tra giugno e settembre. Le temperature sono più clementi lungo il tratto costiero e la durata e la quantità delle precipitazioni diminuisce a mano a mano che ci si dirige verso l'interno. Il tasso di umidità è problematico soltanto nel periodo che precede l'inizio delle piogge di giugno.

    Articoli correlati


    Sogni l'Africa? Vivi la sua essenza
    Destinazioni imperdibili, percorsi insoliti, esperienze da non mancare. Il meglio dell'Africa continentale secondo i nostri autori.
    Leggi l'articolo completo >

    Forum - Gambia - Idee e consigli dai viaggiatori

    Foto dei viaggiatori - Gambia


    pubblicità

    pubblicità



    Link sponsorizzati