Camerun:

    Cultura

    La doppia identità culturale anglo-francese del Camerun è ulteriormente complicata dalla sbalorditiva ricchezza di gruppi etnici e idiomi. Tra le oltre 130 etnie, le principali sono 5: Bamiléké e Bamoun nell'ovest, Fulani e Kirdi nel nord, Ewondo nella zona di Yaoundé. I Bamiléké sono il gruppo più numeroso negli altipiani occidentali e formano una delle comunità più grandi a Douala, dove controllano gran parte dell'economia del paese. La loro terra di origine è prevalentemente rurale, con un'ottantina di unità politiche governate da chefferies (capi) fieramente indipendenti. All'interno di ogni unità vi sono numerose società segrete responsabili della salvaguardia dei rituali tribali. Al contrario, i Bamoun sono guidati da un unico leader chiamato sultano.

    Mentre il sud ha contatti con l'Europa da oltre 500 anni, fino al XX secolo il nord faceva parte dei regni islamici semifeudali dei Fulani; ancora oggi le tradizioni e la resistenza alle influenze esterne rimangono molto forti e questo isolamento ha ridotto al minimo le forme di sviluppo di tipo occidentale. La maggioranza degli abitanti del nord, tuttavia, non è di origine fulana né musulmana ma kirdi, termine che nella lingua dei Fulani significa 'pagano': i Kirdi si compongono delle tribù cacciate dai Fulani nelle inospitali e isolate aree rocciose nei pressi del confine nigeriano.

    Il francese e l'inglese sono entrambe lingue ufficiali, anche se il francese è più diffuso, soprattutto nelle grandi e moderne metropoli come Yaoundé e Douala. Circa il 10% degli abitanti parla un inglese 'pidgin', prevalentemente nelle province occidentali vicine alla Nigeria. Fra i molti linguaggi africani parlati in Camerun, i 5 principali sono: bamiléké, ewondo, bamoun, fulfulde e arabo. Fra i più conosciuti scrittori del paese vi sono i romanzieri Kenjo Jumbam e Mongo Beti, che nelle loro opere si sono concentrati sui rapporti tra il Camerun e i colonizzatori europei.

    La musica del Camerun è tra le più conosciute dell'Africa, specialmente la makossa, un ritmo ballabile che è molto facile ascoltare nelle vicinanze di club e discoteche. La makossa si adatta a molti strumenti, dai pianoforti alle chitarre e ai sintetizzatori. All'inizio degli anni '70, Manu Dibango ha reso popolare questo stile in tutto il mondo, mentre ora il re della makossa è Sam Fan Thomas. Un'altra musica da ballo piuttosto diffusa è il bikutsi.

    In Camerun si possono gustare alcuni dei migliori piatti dell'Africa centrale. Le foglie di manioca sono uno dei principali ingredienti (di solito nei menu sono indicate con il nome di feuille). Le salse sono generalmente accompagnate dal riso (riz) o da una spessa purea simile a quella di patate, che viene proposta in tre versioni principali - couscous, pâe, fufu - ciascuna delle quali può essere fatta di riso, grano, manioca o banane. Il cibo che viene venduto lungo le strade è di solito eccellente: in genere si tratta di brochettes speziate cotte alla griglia e servite dentro un panino con insalata e condimento. A Yaoundé il pollo e il pesce alla griglia sono particolarmente buoni.

    Forum - Camerun - Idee e consigli dai viaggiatori

    Guida in camerun
    Settembre 2011
    Cameroun
    Agosto 2008

    Foto dei viaggiatori - Camerun


    pubblicità

    pubblicità



    Link sponsorizzati