Registrati

Articoli

07 settembre 2012

Hai bisogno di un visto? Ecco come fare.

  • Sarah Baxter
  • Autrice Lonely Planet

Chott el-Djerid, al confine tra Tunisia e Algeria © Fotografia di Paolo Matteuzzi

Ottenere un visto può essere una questione delicata. Oltre che ai consigli che forniamo nelle guide e su questo sito, suggeriamo sempre di affidarsi a una ricerca personale e accurata.

D'altra parte, i visti non sono solo un aspetto burocratico del viaggio. Quando ne avrai collezionati alcuni, potrai sfogliare le pagine del tuo passaporto e ricordare le esperienze vissute grazie a quello che spesso è un semplice timbro. In questo articolo, la nostra autrice Sarah Baxter ha raccolto le domande più frequenti sulla materia: un primo vademecum per orientarti nella richiesta del tuo visto.

Come tutti sappiamo bene, un visto è qualcosa di più che un importante "aggiunta" sul tuo passaporto; è anche una traccia che permette di conservare la memoria dei viaggi passati e di ricordarli semplicemente sfogliando le pagine. Senza dimenticare che si tratta soprattutto di un documento ufficiale certificato da un paese estero che ti consente di soggiornare nel suo territorio per un determinato periodo.

Bene, e allora come puoi procurarti il visto per il prossimo viaggio e a chi ti devi rivolgere? Ecco una raccolta di domande frequenti che ti metterà sulla strada giusta.

I visti sono tutti uguali?

No, ogni paese adotta normative diverse. Alcune nazioni rilasciano visti a specifiche categorie di viaggiatori (visti turistici, di lavoro, di studio, giornalistici, ecc..). Alcuni visti sono validi per pochi giorni, altri per molti mesi. Alcuni per un solo ingresso, altri per ingressi multipli (aspetto importante se prevedi di compiere più ingressi e uscite dal paese). Anche i costi e la procedura cambiano. Alcuni paesi non richiedono il visto, come quelli dell'Unione Europea per i cittadini che fanno parte dei paesi indicati in questa pagina - e ovviamente gli italiani sono compresi.

Come posso sapere se mi serve un visto?

Raccogli informazioni approfondite, questo è sempre il consiglio migliore. Spetta a te verificare se hai bisogno di un visto - non puoi affidarti completamente alla tua agenzia di viaggio, alla compagnia aerea o... a tua mamma! Le normative cambiano spesso, quindi non limitarti a una veloce ricerca su Google. Vai alla fonte, ovvero consulta il sito dell'ambasciata del paese che pensi di visitare: dovresti trovare lì le informazioni più aggiornate, oltre a contatti telefonici.

Puoi anche rivolgerti agli enti preposti del tuo paese. Per i cittadini italiani il riferimento è il Ministero degli Affari Esteri (in collaborazione con l'ACI). I cittadini svizzeri di lingua italiana possono consultare il sito del DFAE - Dipartimento Federale Affari Esteri della Svizzera.

Esistono agenzie specializzate nel rilascio dei visti che potranno seguire la pratica per te, naturalmente dietro compenso. Se non hai intenzione di pagare il servizio, puoi cercare sul loro sito e vedere se ci sono informazioni utili al tuo caso.

Quali dati dovrò fornire per ottenere il visto?

Di solito ti sarà richiesto di compilare un modulo (spesso scaricabile dal sito dell'ambasciata del paese che intendi visitare). Dovrai indicare dati anagrafici di base (nome, data di nascita, professione, numero del passaporto, periodo del viaggio, e così via). Potrebbe anche esserti chiesto di indicare un recapito nel paese di destinazione (l'indirizzo della sistemazione in cui passerai la prima notte di solito è sufficiente).

Che cos'altro devo fare?

Potrebbe essere necessario spedire il tuo passaporto insieme alla richiesta (affidati a un corriere espresso). Fallo per tempo e quando non hai altri viaggi in programma - la procedura potrebbe richiedere alcune settimane.

Altri requisiti potrebbero includere foto-tessere in formato passaporto (scattate secondo particolari modalità e a volte siglate sul retro da un funzionario), ulteriori dettagli sull'itinerario, sulle tue condizioni di salute e fondi sufficienti per la durata del soggiorno. Inoltre, per il rilascio del visto dovrai pagare una somma per i diritti consolari.

Come è noto, ottenere alcuni visti è particolarmente complicato. Avere un visto per la Russia, per esempio, richiede molto tempo, è costoso e la compilazione del modulo online è incredibilmente lunga e dettagliata. Avrai anche bisogno di una lettera d'invito da parte di qualcuno in Russia (un hotel o un'agenzia di viaggio). Al contrario, alcuni visti sono molto facili da ottenere. I cittadini europei che visitano l'Australia (compresi gli italiani e gli svizzeri) possono richiedere un "eVisitor visa" compilando un semplice modulo online.

Dove ottenere il visto?

In genere, la richiesta può essere fatta online, per posta o di persona all'ambasciata o al consolato del paese di destinazione. Puoi anche rivolgerti a un'agenzia, come abbiamo detto, sostenendo un costo.

Alcuni paesi rilasciano il visto all'arrivo: dovrai compilare un modulo e pagare una tassa all'aeroporto di ingresso o al posto di confine. Prima di partire, però, verifica che per quel determinato paese le regole non siano cambiate. Inoltre, valuta bene: chiedere il visto prima di metterti in viaggio potrebbe farti risparmiare tempo. Qualora fosse possibile ottenere il visto all'arrivo, verifica di avere tutti i requisiti. Per esempio, il denaro necessario a pagare la tassa (nella valuta giusta, certo), le foto-tessera per il passaporto (se richieste), e così via.

Quando ottenerlo?

Se non puoi richiedere il visto all'arrivo nel paese, organizzati in anticipo - i tempi di rilascio variano da pochi giorni ad alcuni mesi. Alcuni paesi offrono un servizio "espresso" - a volte il rilascio avviene nel giro di un giorno o poco più, ma l'incremento dei costi è significativo.

Tieni presente che in alcuni casi non è conveniente ottenere il visto troppo presto. Alcuni visti sono validi dalla data di rilascio e non da quella di ingresso nel paese, quindi richiederli mesi prima può limitare la tua permanenza sul posto.

E se volessi prolungare il soggiorno?

Non farlo: spesso sono solo grattacapi. Non ti verranno a cercare un minuto dopo la scadenza del tuo visto, ma avrai problemi quando dovrai passare al controllo passaporti. Le norme cambiano in base agli accordi tra i vari stati, alla lunghezza dell'estensione e al tipo di visto. Il rischio è che ti venga proibito l'ingresso nel paese per un certo periodo o anche per sempre. Non rischiare di non poter tornare nella destinazione dei tuoi sogni e non rovinare il viaggio con una spiacevole parentesi al posto di confine. Come sempre una ricerca accurata ti metterà al riparo da spiacevoli sorprese.