Stati Uniti: 10 parchi nazionali poco battuti

Bryce Canyon sotto la neve © Michele Suraci

Pubblicità

Abitazioni preistoriche ricavate nella roccia a picco sul canyon, fortini sul mare e il quarto sistema di grotte più lungo del mondo: tutto questo si trova in alcuni dei parchi degli Stati Uniti più incredibili e meno visitati. Diamo un'occhiata a 10 di questi, fino ad ora sfuggiti al rilevamento del radar del turismo di massa.

1. Sequoia, California

La California è lo stato più popolato degli Stati Uniti, quindi chi penserebbe che custodisca un segreto noto come il "parco nascosto"? Mentre molti dei turisti interessati alla natura puntano su Yosemite, i più accorti virano sul Sequoia National Park, nella Sierra Nevada meridionale. La scarsità di visitatori è dovuta alla morfologia: l'84% del parco è selvaggio, accessibile solo a piedi o a cavallo. Tuttavia, ne vale la pena. Tra le meraviglie più ricercate figurano gli alberi più alti del mondo, le sequoie giganti, che raggiungono gli 85 metri, e la montagna più elevata oltre i confini dell'Alaska, il monte Whitney (4421 m).

Luglio e agosto sono mesi di alta stagione (le piazzole dei campeggi sono più difficili da trovare). Da settembre a novembre il parco si riempie di colori - la ressa è sparita ma può nevicare da un momento all'altro.

2. Gates of the Arctic, Alaska

L'Alaska è una delle aree selvagge più estese del mondo, e il Gates of the Arctic National Park è candidato a vincere la gara di parco più bello d'America. Remoto e inesplorato, l'intero parco si trova entro il Circolo Polare Artico, e copre la bellezza di 39.460 kmq, più o meno come l'Olanda. Non è posto per turisti improvvisati: non ci sono strade, né sentieri, né sistemazioni al suo interno, e l'unico centro visitatori riconosciuto si trova fuori della Dalton Highway, vicino alla città di Coldfoot. Tra fiumi inesplorati, grizzly affamati e montagne imponenti (le Brooks Mountains), farai bene a conoscere il modo di sopravvivere "into the wild".

Il parco è così remoto che molte persone arrivano in idrovolante da Fairbanks, 320 km a sud-est. Il biglietto di sola andata per Coldfoot costa 200 US$ (www.airarctic.com).

3. Bryce Canyon, Utah

Situato 330 km a nord-est di Las Vegas, questo bellissimo parco non potrebbe essere più lontano dall'atmosfera kitsch e chiassosa della decadente città del Nevada. Non ci sono neon nel Bryce Canyon National Park, sebbene i suoi hoodoo rossi e arancioni (pilastri e archi scavati dall'erosione nella roccia sedimentaria) abbiano brillanti sfumature. Spesso ignorato a favore dei più accessibili Zion National Park e Grand Canyon National Park, il parco è noto per il suo omonimo anfiteatro. Esteso per 19 km, ampio 5 km e profondo fino a 240 m, con una moltitudine di fragili pinnacoli che svettano fino a 60 m, questo luogo è ben più spettacolare di Las Vegas.

Volgi i tuoi occhi al cielo notturno - il parco è così remoto e l'aria così tersa che potrai osservare 7500 stelle lucenti nelle notti serene - tre volte la media nazionale. Da' un occhiata al sito www.nps.gov/brca.

4. Shenandoah, Virginia

Prima dell'istituzione dello Shenandoah National Park a metà degli anni Trenta, gran parte del territorio di questo verde angolo della Virginia era occupato da fattorie e destinato alla coltivazione di mele. Un'atmosfera tranquilla pervade ancora la Skyline Drive, la strada principale (169 km) che attraversa il cuore del parco. Le Blue Ridge Mountains sono imponenti, ma per gli standard americani sono poco più che colline - la Hawksbill Mountain, con i suoi 1235 m di quota, è la vetta più alta. Shenandoah è ideale per rilassarsi, passeggiare e campeggiare tra imponenti boschi di querce. Un lusso che nel XXI secolo merita di essere celebrato.

Esplora a cavallo i sentieri che attraversano questo parco, come farebbe un bracciante degli anni Trenta. Tra aprile e novembre si organizzano escursioni di un'ora. Visita il sito www.visitshenandoah.com.

5. Vulcani delle Hawaii

Le Hawaii non hanno bisogno di presentazioni, ma l'Hawaii Volcanoes National Park merita un'attenzione particolare per la grande concentrazione di meraviglie eruttive. Big Island è costituita da cinque vulcani principali di varie età, tra cui il vulcano più grande del mondo. La vetta del Mauna Loa tocca i 4169 metri, ma poiché poggia sul fondale oceanico, profondo 5000 metri, la sua altezza complessiva supera l'Everest. Le spiagge nere, gli antichi canaloni di lava e le correnti piroclastiche aspettano di essere scoperti. Non farlo sarebbe uno smacco... bruciante.

Di rado natura e lusso vanno a braccetto, perciò non perdere l'Halekulani sulla spiaggia di Waikiki, forse il migliore hotel delle Hawaii.

6. Mesa Verde, Colorado

Il Colorado è famoso per le Rocky Mountains, ma le guide turistiche spesso erroneamente sorvolano sulla ricca storia dei nativi americani raccontata dal Mesa Verde National Park. Situato vicino ai Four Corners (il punto di incontro tra Colorado, New Mexico, Arizona e Utah), il parco possiede importanti reperti archeologici che raramente sono associati alla storia degli Stati Uniti. Da non perdere sono le abitazioni rupestri dei pueblo, sulle pareti rocciose, che risalgono al XIII secolo e sono alte più di quattro piani dominando una serie di imponenti canyon. Molte di queste abitazioni sono accessibili al pubblico e l'esperienza di intrufolarsi tra stretti passaggi e di salire anguste scale è unica tra quelle offerte dai parchi americani.

La Step House e la Spruce Tree House sono le uniche abitazioni che potrai visitare da solo. Per il resto occorre prenotare al Far View Visitor Centre.

7. Big Bend, Texas

I parchi nazionali statunitensi non sono solo sinonimo di montagne maestose, foreste antiche e geyser fumanti. Lungo i 400 km del confine texano con il Messico, il Big Bend National Park spicca per i suoi straordinari reperti geologici e paleontologici. Con altitudini che vanno dai 550 m ai 2400 m sopra il livello del mare, questo parco presenta condizioni climatiche estreme, dal caldo rovente del deserto e dei profondi canyon lungo il Rio Grande alle fredde cime delle Chisos Mountains. Lungo la zona del confine si trovano reperti di migliaia di anni fa, a testimoniare l'interesse che da sempre questa terra suscita.

Il Big Bend riceve pochi visitatori; gli aeroporti più vicini sono quello di Midland/Odesa (a 330 km) e di El Paso (a 580 km), entrambi in Texas.

8. Dry Tortugas, Florida

In Florida, le Everglades attirano ogni anno più di un milione di visitatori. Per qualcosa di diverso dirigiti verso Key West, a sud, e prendi il largo per scoprire questo affascinante concentrato di vita marina e storia militare. Situato a circa 110 km dalla costa, Fort Jefferson è un enorme roccaforte sul mare, mai completata e in splendida posizione sul Golfo del Messico. Intorno alle sette isole coralline conosciute come Dry Tortugas, tra relitti di navi dei pirati, vivono circa 300 specie di uccelli, tra cui la sterna stolida bruna, la sula mascherata e la meravigliosa fregata. Una varietà così insolita da giustificare il viaggio.

L'unica struttura ricettiva del Dry Tortugas National Park è un campeggio piuttosto spartano, ma con straordinarie vedute sulla costa vicino a Fort Jefferson. Non ci sono infrastrutture, perciò porta con te tutto ciò che potrebbe servirti.

9. Wind Cave, South Dakota

Non sono molte le grotte protette da un parco nazionale, ma vicino alla città di Hot Springs, in South Dakota, si trova il Wind Cave National Park. Con più di 200 km di passaggi percorribili, questa grotta, nota anche per le sue caratteristiche formazioni di calcite a nido d'ape, è la quarta del mondo per lunghezza. Puoi avventurarti all'interno della grotta del vento, il cui nome deriva dalle forti raffiche di vento (100 km/h) che si formano al suo ingresso, con una visita guidata. Sulla vicina Elk Mountain, tra verdi praterie e foreste di pinus ponderosa dove vivono bisonti, alci e antilocapre, si trovano dei campeggi.

Non puoi venire al Wind Cave National Park e non esplorare questa meraviglia ipogea. Le escursioni guidate di un'ora e mezzo vengono organizzate tutto l'anno. In estate, per evitare code arriva prima delle 8.

10. Crater Lake, Oregon

I grandi laghi degli States sono famosi in tutto il mondo, ma molte persone ignorano che nel paese si trova anche il 9° lago più profondo del pianeta. Con i suoi 594 metri di profondità, l'azzurro Crater Lake occupa una caldera estinta nel cuore del Crater Lake National Park. Tra le altre meraviglie del parco vanno citati i paesaggi lunari di pomice e cenere, ma anche imponenti pinnacoli di roccia, frutto dell'erosione di antichi siti eruttivi. Se senti il bisogno di sgranchirti le gambe, percorri un tratto del Pacific Crest Trail (4260 m) che va dal Messico al confine con il Canada.