Settembre: le mete del mese

Pubblicità

Dall'Amazzonia al Madagascar, dallo spettacolo del New England al Cammino di Santiago.

Amazzonia, Brasile

Ecco uno dei tesori più preziosi della Terra. Nei sogni di ogni viaggiatore avventuroso c'è l'immagine di un gommone o di una piccola imbarcazione che attraversa la foresta pluviale in cerca di popolazioni tribali e forme di vita inconsuete. È il vostro caso? Se la risposta è sì, sappiate che settembre è il mese giusto per realizzare i vostri desideri. Il consiglio è di fare rotta sulla riserva di Mamirauà, all'interno della quale ci si sposta lungo vie d'acqua o in emozionanti, lunghi trekking. Partite preparati, non sottovalutate le insidie amazzoniche e godetevi l'immenso spettacolo.

Madagascar

Il Madagascar è un paese unico, basti pensare che il 5% di tutte le specie animali e floreali conosciute si trova qui. A questo patrimonio straordinario di flora e fauna corrispondono paesaggi spettacolari incredibilmente eterogenei, che a settembre offrono il meglio. Il viaggio è impegnativo (e costoso), ma le eccezionali escursioni in fuoristrada,i parchi nazionali mai affollati, i 5000 km di litorale, i 450 km di barriera corallinae e le tante possibilità di trekking nell'entroterra, vi ripagheranno di ogni cosa. Qualcosa da non perdere? Al modo non esiste Le guglie di roccia calcarea del Parc National des Tsingy de Bemaraha. Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO. Si tratta di una surreale distesa di picchi e macigni dentellati: una vera e propria opera d’arte geologica, risultato di millenni di azione erosiva dell’acqua e del vento. 

Santiago, Spagna

È un mito da 1000 anni, da quando vi arrivò nel IX secolo l'apostolo Pelagio seguendo la stella che gli indicava la tomba di San Giacomo. A settembre, complice un clima favorevole, con giornate ancora lunghe e relativamente miti, potrete compiere (o forse ripetere) anche voi l'impresa. Anche in questo caso l'importante è partecipare, ma lo è ancora di più arrivare, perché ci si può accontentare di percorrere a piedi gli ultimi 100 km, sforzo sufficiente a ricevere la Compostela (che certifica l'arrivo a Santiago) all'Oficina de Acogida de Peregrinos. Oppure, per fare le cose in grande e assaporare ogni passo, si può iniziare il viaggio molto più lontano, partendo dal passo di Roncisvalle, al confine con la Francia, a 783 km dalla meta.

New England, Stati Uniti

Ecco semplicemente il cuore d'America nella sua stagione migliore. Qui sbarcarono i Padri Pellegrini e Harriet Beecher Stowe scrisse La capanna dello zio Tom. A settembre il New England vi sembrerà innanzitutto la tavolozza su cui Madre Natura gioca con i colori dell'autunno per creare lo stagionale spettacolo del foliage. Mettete nello zaino un po' di poesia, una buona macchina fotografica e partite. Questo è un periodo di quiete dopo l'affollata stagione estiva: i prezzi sono più abbordabili, il traffico inesistente ed è più facile trovare sistemazione nei fantastici bed & breakfast della zona.

Caraibi

Se siete abituati ad associare ai Caraibi l'immagine di Paradiso turistico, dovrete rivedere le vostre convinzioni. Almeno per il mese di settembre, perché è quello scelto dai peggiori uragani per abbattersi sulle isole. Il mondo è grande, dedicatevi ad altro. Il paradiso può attendere.