Registrati

Articoli

13 giugno 2012

Polonia, città da scoprire oltre gli Europei 2012

Danzica, tramonto sulla Motlawa © Fotografia di Davide Secci

Danzica, Poznan, Varsavia, Wroclaw, quattro città per quattro stadi degli Europei 2012, ma soprattutto destinazioni perfette per andare dritto al cuore della Polonia anche quando l'arbitro avrà fischiato la fine dell'ultimo match.

Varsavia

L'inesauribile energia di Varsavia non si estende solo agli edifici. Oggi questa è una città fiorente, dinamica e moderna, il simbolo di una nazione che guarda al futuro. La sua scena di bar, discoteche e luoghi deputati alla musica non ha pari nel resto del paese, e il suo calendario annuale di eventi è pieno di produzioni teatrali, opere e prime di film d'autore.

Da non perdere: la vista di Varsavia e dei suoi dintorni dalla sommità del Palazzo della Cultura e della Scienza. Le testimonianze dirette degli eventi della seconda guerra mondiale al Museo dell'Insurrezione di Varsavia. Un po' di shopping acquistando prodotti artigianali fatti a mano.

Cibo: Cô tú (Hadlowo-Usługowe 21) La padella del cuoco, in questa semplice tavola calda asiatica, non 'riposa' mai, perché gli affamati polacchi non riescono a saziarsi delle eccellenti pietanze che provengono dalla cucina. Il menu è vastissimo e copre tutti i principali alimenti di base (pesce, verdura, carne di manzo, di pollo e di maiale), e non dovrete mai attendere più di 10 minuti per veder arrivare i vostri ordini, nonostante le eventuali code.

Dormire: Oki Doki Hostel (Plac Dąbrowskiego 3) L'ostello ha utilizzato in modo eccellente questo edificio, un tempo sede di un sindacato, e ha dato vita a una struttura che gode di una certa reputazione. Ciascuna delle sue camere ampie e colorate ha un proprio nome e un proprio stile (se vi piace il blu, chiedete la 'Settimo cielo'; se amate la lettura, fatevi assegnare la 'Gazetka'), tutte con degli armadietti per gli ospiti.

Danzica (Gdańsk)

Danzica è una città davvero speciale, con un aspetto e un'atmosfera completamente diversi da quelli delle altre città polacche. Questa singolarità è forse dovuta all'importante ruolo di centro portuale che la città svolse nella storia, nel corso della quale fu visitata e contesa da diversi popoli. A renderla così particolare è senz'altro anche il suo caratteristico patrimonio architettonico, fortemente influenzato dai rapporti che la città ebbe in passato con altre potenze marittime. Il fatto poi che il suo stupefacente centro storico sia stato ricostruito sui resti lasciati dalla seconda guerra mondiale, rende la città ancora più spettacolare e intrigante.

Da non perdere: la Via Reale è l'arteria lungo la quale per tradizione sfilavano i re polacchi durante le loro periodiche visite. Delle tre Vie Reali presenti in Polonia (Varsavia, Cracovia e Danzica), quella di Danzica è la più breve - solo 500 m - ma dal punto di vista architettonico è forse la più raffinata.

Cibo: Gospoda Pod Wielkem Młynem (ul Na Piaskach 1) Un suggerimento infallibile per l'estate. Situato sulla punta di un'isola del Canale Radunia, questo affascinante edificio in legno e muratura alle spalle del Grande Mulino è immerso in uno dei più bei giardini della città. I clienti più romantici apprezzeranno l'atmosfera appartata, gli alberi frondosi e le rustiche ruote di carri.

Dormire: Hostel Targ Rybny (ul Grodzka 21) Questo ostello affacciato sul fiume occupa un pittoresco e antico edificio e sfoggia un bel tetto spiovente. Sia le camerate sia le camere private hanno dimensioni ridotte, ma sono tuttavia graziose, accoglienti e decorate con tonalità rilassanti.

Wrocław

Wrocław, in Slesia, è una città che piace a tutti quelli che la visitano: si tratta infatti di una sorta di Cracovia in miniatura, con attrattive culturali e divertimenti, ma non le manca certamente una propria peculiare atmosfera. La città, che ha assorbito influenze boeme, austriache e prussiane, è un insieme architettonico e culturale unico, il che risulta evidente in particolare nella magnifica piazza del mercato.

Da non perdere: Il maggiore orgoglio di Wrocław è il Panorama di Racławice (ul Purkyniego 11). All'interno di un edificio cilindrico in un parco a sud-ovest del Museo Nazionale, si trova un ciclorama, una gigantesca tela dipinta di 15 m per 114 m applicata sulle pareti interne della rotonda; la si può ammirare salendo su una balconata centrale sopraelevata.

Cibo: Restauracja JaDka Dietro al successo di quello che è probabilmente il miglior ristorante della città, c'è Magda Gessler, la migliore chef donna del paese. Aspettatevi impeccabili versioni moderne dei piatti polacchi classici e tavoli apparecchiati con l'argenteria (candele, cristalli, tovaglie bianche) in un delizioso ambiente gotico.

Dormire: Stranger Hostel (secondo piano, ul Kołłątaja 16) Una vecchia scala malandata in un edificio d'epoca, proprio di fronte alla stazione ferroviaria, conduce alla migliore sistemazione economica di Wrocław. Le camerate (da quattro a 10 letti) sono ospitate in sei camere d'appartamento rimodernate, con lampade decorate e pavimenti in legno.

Poznań

Se arrivate a Poznań di sera e fate una passeggiata nella piazza centrale del mercato, coglierete istantaneamente lo spirito e l'energia del capoluogo della Wielkopolska. La Città Vecchia brulica di attività in ogni momento della giornata, ma quando cala il sole si riempie di gente che affolla i suoi numerosi ristoranti, bar e locali notturni.

Da non perdere: Il municipio rinascimentale, sormontato da una torre alta 61 m, è un gioiello architettonico che cattura immediatamente l'attenzione. Al primo piano ci sono tre splendide sale. La più grande, la Sala del Rinascimento (Sala Renesansowa), è un vero gioiello, impreziosito da decorazioni a stucco originali e pitture del 1555.

Cibo: Tapas Bar (Stary Rynek 60). È un locale pieno di atmosfera che serve autentiche tapas e vino spagnolo in una sala colma di bizzarre suppellettili, artigianato mediterraneo, vasi di olive farcite e una profusione di candele rosse. Al piano inferiore c'è una discoteca che vi aiuterà a smaltire la cena.

Dormire: Biuro Zakwaterowania Przemysław. Si trova davanti alla stazione ferroviaria ed è la più grande agenzia specializzata in sistemazioni presso case private. In genere non è difficile trovare camere libere, ma nei periodi di fiera la scelta è più limitata; la gamma di prezzi qui indicata va dalla tariffa ordinaria a quella applicata durante le fiere.