Registrati

Articoli

06 gennaio 2009

Pianificare il viaggio - IV parte: salute

Pipistrelli: meglio cotti! © fotografia di Antonella Pastorino

I consigli dei nostri autori per partire e tornare in buona salute.

Circolano storielle molto colorate riguardo ai disturbi e alle malattie che possono colpire il viaggiatore. Sono un ottimo argomento per rompere il ghiaccio, quando si vuole fare amicizia con qualcuno lungo il proprio itinerario.

Di solito si tratta di un attacco di diarrea facilmente curabile, ma si può cadere nell'agguato di malattie molto più gravi. Alcune di queste possono essere prevenute senza difficoltà, ma più si viaggia più il rischio di contrarre qualche sgradito "ospite" aumenta. La regola è semplice: ogni destinazione esotica è associata a una malattia altrettanto esotica. Con un corollario: se la meta è economica, le vaccinazioni possono non esserlo affatto.

PRIMA DI PARTIRE
Scelta la destinazione, consultate il medico. In alcuni casi, può essere utile farlo almeno due mesi prima della partenza. Riceverete due notizie, una buona e una cattiva. Quella buona è che il medico vi consiglierà le vaccinazioni necessarie e la strategia preventiva da adottare. Quella cattiva è che il tutto potrebbe rivelarsi un po' costoso e molto fastidioso.

Se è la prima volta che visitate una meta a "rischio", vedrete sfilare più aghi che in un laboratorio di sartoria. Tra la vaccinazioni di base vi sono quelle contro l'epatite A, il tetano, la poliomielite. Per alcune destinazioni, potrebbe essere indispensabile sottoporsi alla profilassi contro epatite B, meningite, rabbia, tifo e febbre gialla.

Non dimenticate di richiedere alla vostra ASL un certificato di vaccinazione internazionale, su cui verranno elencate le vaccinazioni alle quali vi siete sottoposti. Il certificato è fondamentale per i paesi nei quali è obbligatoria la profilassi contro la febbre gialla. Completato il ciclo di prevenzione, sarete protetti per alcuni anni. Consideratelo un investimento per il futuro.

Sulle guide Lonely Planet esiste una sezione dedicata alla salute. Altre informazioni si possono leggere sulle Destinazioni online.

MALARIA
Se non siete diretti verso una zona a rischio, partite sereni. Ma se la vostra meta è un paese dell'Africa, dell'Asia, dell'America Centrale o dell'America del Sud, non sottovalutate la malaria. Chiedete al vostro medico di orientarvi tra le profilassi esistenti: Malarone, Lariam, farmaci a base di clorochina o proguanil (Paludrine). La scelta del trattamento dipende dal vostro organismo, dalla destinazione e, in alcuni casi, dal budget a disposizione.

Un'ottima prevenzione consiste nel non farsi mordere. Coprite braccia e gambe, acquistate una zanzariera e cospargetela di insetticida. Fatevi consigliare dal medico o dal farmacista un buon repellente. Indossate abiti con maniche lunghe e pantaloni lunghi, in colori chiari: le tinte scure attirano le zanzare.

Un buon sito (in inglese) dedicato alla prevenzione della malaria è The Travel Doctor.

Pianificare il viaggio - I parte: prima di partire

Pianificare il viaggio - II parte: in valigia

Pianificare il viaggio - III parte: sicurezza