Neve: cinque mete per viverla in viaggio

Pubblicità

Dalla Francia alla Finlandia, dalla Norvegia al Giappone: ecco cinque destinazioni per godersi la neve.

Francia, paradiso alpino

Ci sono località sciistiche senz'anima e poi ci sono veri e propri paradisi alpini, luoghi nei quali la bellezza delle piste si combina perfettamente con le antiche tradizioni della vita di montagna. Espace Killy è uno di questi posti. Oltre 300 km di favolose piste da discesa ma anche sapori e delizie tipiche di un villaggio alpino come Val d'Isère, con i suoi formaggi, le salsicce, i salumi, la raclette e la fonduta. Il paradiso bianco di Espace Killy è il top per chi ha voglia di neve. Potrete dedicarvi allo sci escursionismo nel Parc National de la Vanoise o sfidare la forza di gravità nello Snowspace Park di La Daille. E ancora dedicarvi a scalate su ghiaccio, ciaspolate, escursioni in motoslittta e perfino al parapendio con gli sci. Attività piuttosto impegnative,certo, da affrontare con prudenza e magari da coronare con un assaggio degli strepitosi prodotti locali.

Finlandia, sinfonia d'inverno

La luce è surreale e la temperatura ovviamente rigida, ma l'inverno da queste parti è una stagione fantastica. Anzi, è la stagione. Fate come i finlandesi: abbigliamento tecnico, sci o ciaspole e uscite a godervi le temperature sotto zero. C'è qualcosa di magico nell'aria, specialmente in Lapponia, dove la neve ricopre il terreno per sette mesi all'anno. Per sciare il posto giusto è Ylläs, con 37 piste da discesa e 17 impianti di risalita, oltre ad alcuni half-pipe per lo snowboard. Il dislivello massimo è di 463 metri e la discesa più lunga raggiunge i 3 km. Ylläs si trova nella Lapponia occidentale, non lontano dal confine svedese. Sempre nel comprensorio di Ylläs, numerosi tour operator hanno le loro sedi a Äkäslompolo, nei pressi dell'albergo Ylläskaltio. Molti sono attivi solo in inverno (perfetto, dunque) e organizzano gite in motoslitta, safari con le renne, passeggiate con le racchette da neve e trekking con gli husky. C'è da divertirsi, e anche se viaggiate con i bambini la festa è assicurata.

Norvegia, oltre i fiordi

A metà strada tra Oslo e Bergen e a circa 3 ore e mezzo dalla nottissima LillehammerGeilo sembra creata per lo sci: con gli scarponi ai piedi potete scendere dal treno e saltare subito sullo skilift. Venti impianti di risalita e una quarantina di piste di discesa alpina sono in grado di soddisfare sciatori di ogni livello. A Geilolia puoi affinare la tecnica e fare pratica. A Slaatta scatenare l'adrenalina lungo piste di codice blu e rosso. Escursioni di rafting e riverboarding sono tra le attività che vi aspettano, ma il massimo per noi è andare in cerca di alci seguendo le loro orme sul manto soffice della neve.

Giappone, sculture di neve

Se volete qualcosa di diverso dalle solite piste scegliete il Giappone. Le località migliori si trovano nella regione delle Alpi giapponesi e nell'Honshū centrale, ma sull'isola di Hokkaidō c'è Niseko. Niseko è nata per lo sci, basti pensare che il suo nome significa "neve farinosa". Comprende tre aree sciistiche connesse fra loro, ma è sufficiente un solo pass per avere accesso a tutte le 60 piste e i 30 skilift. Il mese giusto per venire qui è febbraio, durante il Sapporo Yuki Matsuri, la gara di sculture di ghiaccio che si svolge nella vicina Sapporo. 

Svizzera, alle porte dello Jungfrau

Osservate il massiccio della Jungfrau dalla piazza centrale di Interlaken e capirete perché questo luogo fu, nell'Ottocento, l'apripista dei viaggi organizzati. A proposito di piste, qui avrete a disposizione oltre 240 km, dagli scenari di Kleine Scheidegg-Männlichen al tempio dello snowboard di Grindelwald. Il comprensorio del First, nei dintorni di Interlaken, offre un buon numero di piste che si estendono dall'Oberjoch, a quota 2486, fino a Grindelwald, a quota 1050. Le più lunghe e agevoli scendono dalla Kleine Scheidegg o dal Männlichen. Da fare almeno una volta nella vita: l'ultimo tratto del viaggio in treno allo Jungfraujoch è di quelli che non si dimenticano. Attraversa una galleria di 10 km che termina nella stazione meteorologica di Sphinx, un posto che sembra uscito da un romanzo di fantascienza. Lungo il percorso vi aspettano piattaforme e finestre panoramiche con viste vertiginose.