Mondiali di Russia: qual è la migliore città in cui festeggiare la finale?

Pubblicità

Quando arrivano i mondiali e la tua nazione non ne è coinvolta puoi fare due cose: crogiolarti nella rabbia e nel rancore o scegliere di essere sportivo e tifare per qualcun altro. Alla soglia della finale la scelta è facile: Francia o Croazia. Ma c’è un’altra decisione, molto importante, da prendere: dove festeggiare la vittoria? In questo articolo abbiamo immaginato quale sia la città più adatta per festeggiare la vittoria dei mondiali 2018.

Parigi

Cocktail bar super chic, discoteche all’ultimo grido, concerti rock, opera, balletti e concerti di musica classica, cinema di ogni genere, cabaret, teatro d’avanguardia, locali dedicati al jazz o alle chansons... il vortice di attività che animano le notti parigine è garanzia di un’esperienza indimenticabile. 

La notte di Parigi. ©IM_photo/Shutterstock

Ma, per non turbare il sonno dei residenti, i locali notturni non sono ovunque. La musica elettronica tiene banco, insieme al funk e al groove, e i DJ tendono a cambiare spesso locale (consultate il sito www. tribudenuit.com). Anche la salsa e i ritmi latini sono sempre sulla cresta dell’onda e ci sono fantastici locali in cui ascoltare jazz e chansons (canzoni melodiche francesi portate al successo da interpreti come Édith Piaf). 

I locali da non perdere

• Point Éphémère Centro culturale sperimentale, club e palcoscenico per varie performance, ospita DJ, artisti e gruppi musicali sia emergenti sia affermati. 

• Le Rex Club Il primo club di Parigi consacrato alla techno è ancora un posto all’avanguardia. 

• Le Nouveau Casino Un piccolo palco per concerti e DJ set di musica elettronica, pop, deep house e rock. 

• Jazz club Café Universel Un magnifico programma di concerti jazz e blues. 

• Caveau de la Huchette Storico locale in una suggestiva cantina medievale. 

• Cabaret Moulin Rouge Il cabaret dove è nato il can-can è turistico ma sempre molto spettacolare. 

• Au Lapin Agile Storico e autentico cabaret nel cuore di Montmartre. 

Zagabria

Zagabria, Croazia. ©Chaiyun Damkaew/Getty Images

Zagabria offre attrattive culturali, artistiche, musicali, architettoniche e gastronomiche al pari di una grande capitale, e non sorprende che il numero dei visitatori sia molto aumentato negli ultimi anni. Indipendentemente dalla bellezza della costa croata, la capitale si è ormai affermata a pieno titolo come destinazione per una breve permanenza. 

Questa piccola metropoli invita a passeggiare senza meta, fermarsi nei caffè sempre affollati, visitare musei e gallerie d’arte, assistere a spettacoli teatrali, concerti e film. La špica, in particolare, è la consuetudine degli abitanti di Zagabria di andare a prendere il caffè in centro il sabato tra le 11 e le 14, prima o dopo un giro al Mercato di Dolac. Questo carosello di abiti all’ultima moda, cellulari e gossip sfrenato vede la gente contendersi i migliori tavoli all’aperto lungo Bogovićeva, Preradovićeva e Tkalčićeva. Un’occasione unica per vivere Zagabria nella sua veste più glam.

Nella Città Alta, l’elegante Tkalčićeva è piena di locali. Con una mezza dozzina di bar e caffè con dehors concentrati tra Trg Petra Preradovića (nota tra la gente del posto come Cvjetni trg) e Bogovićeva, il panorama delle serate estive nella Città Bassa fa pensare a una grande festa all’aperto. L’atmosfera però si calma intorno alla mezzanotte, e la vita notturna è più tranquilla da metà luglio fino alla fine di agosto.

In primavera ed estate, inoltre, la gente si dirige al Lago Jarun, a sud-ovest della città, per nuotare, andare in barca e ballare tutta la notte in discoteca.

Mosca 

Il tramonto visto dal Cremlino, Mosca. ©Catarina Belova/Shutterstock

In passato l’equivalente del pub era la ryumochnaya, termine che deriva da ryumka, o ‘bicchierino’. Si trattava di un posto poco invitante, che serviva sto grammov (100 grammi) d’ordinanza e nulla più. Oggi la scelta dei locali in cui bere qualcosa si è ampliata in modo esponenziale, anche se resistono ancora alcune ryumochnye tradizionali.

A Mosca l’estate non dura a lungo e quindi bisogna sfruttarla al massimo. Ecco perché tutti i ristoranti degni di questo nome aprono un letnoe kafe (caffè estivo) nel cortile, sul marciapiede o sul tetto.

Locali e vita notturna quartiere per quartiere 

• Cremlino e Kitay Gorod: Il quartiere non brilla per la vita notturna, ma in Nikolskaya ulitsa ci sono alcuni bar. 

• Tverskoy: pub e caffè qui non mancano, in particolare all’interno dell’Anello dei Giardini e nei pressi del Flakon. 

• Presnya: quartiere pieno di bar e club, con locali trendy intorno agli Stagni del Patriarca e alla Tryokhgornaya Manufaktura. 

• Arbat e Khamovniki: molti bar lungo ulitsa Arbat e Novy Arbat. 

• Zamoskvorechie: un quartiere gremito di caffè, club e pub, in particolare nella zona compresa tra le stazioni della metropolitana Tretyakovskaya e Novokuznetskaya. 

• Meshchansky e Basmanny: Ulitsa Maroseyka è piena di vita dopo il tramonto.

I locali da non perdere

Enthusiast Un bar travestito da officina di riparazioni per scooter.

32.05 Un menu da bar, ricco e innovativo, servito in un incantevole giardino. 

Noor Un po’ hippy, un po’ trendy, assolutamente cool. 

Time-Out Rooftop Bar Buoni cocktail e vista favolosa. 

Jagger Un club di tendenza nel complesso della Tryokhgornaya Manufaktura.

Gipsy Un locale per ‘nomadi’ moderni sul tetto di un’ex fabbrica di cioccolato. Disco Rooms Per ballare con i grandi successi degli anni ’70 e ’80. 

Mandarin Combustible Per ballare e bere tutta la notte.