Le regioni del mondo da non perdere nel 2012 - 1° parte

Galles, gioco di specchi al castello di Caerphilly © Luca Mang

Pubblicità

Dalla Costa del Galles all'Arunachal Pradesh, dieci regioni del mondo talmente affascinanti e ricche di stimoli da racchiudere in sé un universo. Se ami andare in cerca delle rotte meno battute, annota con cura i loro nomi nella tua agenda di viaggio del 2012. Per la seconda parte di questa top ten, clicca qui.

Le regioni del mondo da non perdere nel 2012 - 1° parte

1. COSTA DEL GALLES
Che meraviglia: camminare lungo tutta la costa di un paese, esplorare ogni angolo, le scogliere e gli estuari. Che cosa c'è di meglio per apprezzare la forma e l'anima di un luogo?

Bene, nel 2012 il Galles diventerà l'unico paese al mondo in cui poterlo fare con facilità. Il suo completamento è previsto per maggio: l'All Wales Coast Path (AWCP) si distenderà senza interruzione da Chepstow, nel sud, fino a Queensferry, nel nord - attraverso scenari suggestivi, calette sabbiose e castelli imponenti. 1377 km di costa saranno perfettamente accessibili.

Il percorso è già in buona parte praticabile: comprende lo spettacolare tratto che segue la Pembrokeshire coast (percorso nazionale dal 1970), una nuova sezione che unisce Llanmadoc a Port Eynon passando per Rhossili (una delle migliori spiagge del Regno Unito), e l'Isle of Anglesey Coast Path, vicino alla residenza di William e Kate.

I maya sorridono: la fine del mondo può attendere © Adriano Socchi

2. LA RUTA MAYA
Gli archeologi sanno da tempo che il 21/12/2012 segnerà la fine del Conto Lungo del calendario maya, anche se non sono molti a credere alla fine del mondo. Alcuni film di Hollywood hanno cavalcato l'onda tragica della profezia, mentre alcuni blogger si sono lanciati in ottimistiche previsioni di una rinascita morale del genere umano. Comunque vada a finire, il 2012 sembra l'anno giusto, se non proprio l'ultimo, per assaporare il magnetico fascino delle rovine maya.

Visitare almeno qualcuno dei siti archeologici accomunati sotto il nome di Ruta Mata è il modo migliore per farlo. Distribuiti dalla penisola dello Yucatán al Chiapas, fino a Belize, Guatemala e Honduras, sono luoghi giustamente celebri, come Tikal, Copán, Palenque e Chichén Itzá. Anche i meno noti, come Cobá, Uxmal, Edzna e Yaxchilán, sono posti fantastici. Sono un cosmo, più che una regione, ma sono soprattutto luoghi perfetti in questo anno di congiunzioni astrali singolari.

3. KENYA SETTENTRIONALE
Per molti viaggiatori la parte settentrionale del Kenya è come se non esistesse. Poche regioni dell'Africa, però, sono così interessanti e offrono una tale varietà di scenari. In questo territorio incontri vasti deserti di lava, cammellieri diretti a oasi nascoste, montagne avvolte dalla nebbia e popolate da elefanti dalle enormi zanne, isolette infestate da rettili che assomigliano a dinosauri e le acque color giada del lago Turkana.

Questo è il posto giusto per vivere un'avventura africana. Qui ti aspettano strade irte di ostacoli, temperature proibitive, cibo e sistemazioni a dir poco spartani e infinite distanze da percorrere. Perché il 2012 è l'anno giusto? Perché le strade impraticabili stanno per diventare un ricordo. Nel Kenya settentrionale, infatti, è in corso un vasto progetto di sviluppo della rete viaria, destinato a trasformare la fisionomia di questi luoghi. Quindi, se vuoi coglierne l'essenza selvaggia e quasi inespugnabile, l'anno venturo potrebbe essere l'ultima occasione.

4. ARUNACHAL PRADESH
'Shangri-La è una vallata mistica e armoniosa", così più o meno si legge nel romanzo di James Hilton Orizzonte perduto, scritto nel 1933. Hilton partì per descrivere un Giardino dell'Eden sulla terra: una regione di latte e miele nascosta in una valle dell'Himalaya, un posto in cui vecchiaia e cattiveria non esistono. Negli anni si sono fatti avanti in molti per contendersi il titolo di "vero" Shangri-La, ma ora c'è un pretendente nuovo e accreditato: l'Arunachal Pradesh.

Situato proprio là dove l'India incontra Bhutan, Tibet e Myanmar, è un concentrato di popoli, culture, climi e paesaggi, ma soprattutto è uno degli ultimi segreti dell'Asia. La buona notizia è che le restrizioni di viaggio sono appena state allentate. Passato è il tempo in cui i permessi duravano 10 giorni, i gruppi erano limitati e i documenti di ingresso si facevano attendere settimane. Oggi anche i viaggiatori indipendenti possono ottenere il visto per un mese di soggiorno in pochi giorni. Se aggiungi che il sistema di trasporti è in espansione, capirai che questo può essere l'anno giusto.

Hvar, la città vecchia © Marco Malavolti

5. HVAR, CROAZIA
Al culmine dell'estate non c'è posto migliore in Croazia della città di Hvar, sull'isola omonima. Corpi indorati dal sole vanno in giro per questo luogo favoloso in cerca di divertimento 24 ore su 24. Immagina i party sulla spiaggia mentre il sole tramonta con lentezza, la luna si alza nella notte e la musica dei DJ dà un tocco in più al sapore dei cocktail.

Farai meglio ad affrettarti, prima che Hvar diventi off-limits per i comuni mortali. Per il momento in questo angolo del Mediterrano puoi ancora sfuggire alla ressa, anche a quella del nightclubbing. Per esempio puoi puntare sulle isole Pakleni ed esplorare la costa e l'interno: campi di lavanda, panorami sul mare mozzafiato, gole suggestive e villaggi abbandonati. La Croazia da sogno è qui.