Malta: idee per il primo viaggio nell'isola di miele

La Valletta © Fotografia di Walter Lo Cascio

Pubblicità

Preferiamo gli antichi greci: Malta non è Malit ("montagna") come la chiamavano i fenici e nemmeno Malitah, che per gli arabi alludeva alle fortificazioni. Meglio Melita: isola del miele; perché tutto qui sembra sia stato laccato dal luminescente nettare.

Ecco le mete e le esperienze da non perdere per vivere Malta tra poderose mura, templi splendidi e uno stile di vita senza tempo.

Valletta

La lillipuziana capitale maltese misura appena 600 metri per 1000; quando fu eretta dai Cavalieri di San Giovanni tra il XVI e il XVII secolo, i fondatori la definirono "una città costruita da gentiluomini per gentiluomini" e in effetti Valletta conserva ancora oggi gran parte della sua eleganza originaria. D'altronde l'UNESCO l'ha dichiarata Patrimonio dell'Umanità, definendola "una delle zone più ricche di storia al mondo". Questo è il momento migliore per visitarla: recentemente la città ha subito più cambiamenti di quanti ne abbia sperimentati nel corso di secoli interi, con la nuova porta cittadina e il palazzo del Parlamento progettati da Renzo Piano, oltre alla ristrutturazione del teatro dell'opera. Bar e ristoranti di qualità completano l'offerta della Valletta, ma ricordate: più che la movida notturna, amerete la quiete della capitale.

Continuate il viaggio con il con il capitolo in PDF Valletta.

Sliema, St Julian's e Paceville

Chi segue l'onda delle nuove tendenze ama riversarsi in questa zona per passeggiare, mangiare, bere, dedicarsi allo shopping e fare festa. I tre piccoli centri sono una base vivace per visitare Malta e sono ben collegati al resto dell'isola. In passato St Julian's era un pittoresco villaggio di pescatori, oggi ospita appartamenti e complessi a cinque stelle lungo la costa rocciosa. Accanto, la piccola Paceville è frequentata da giovani amanti della vita notturna, che si accende dopo il tramonto: qui trovate anche la maggior parte delle scuole d'inglese dell'arcipelago. Sliema ha un'atmosfera più esclusiva: le sue eleganti vie secondarie sono in gran parte residenziali e il vivace lungomare è disseminato di ristoranti sofisticati.

Continuate il viaggio con il capitolo in PDF Sliema, St Julian's e Paceville.

Malta nord-occidentale

La sabbia, a Malta, non abbonda; ma se oltre al limpido mare azzurro cercate anche spiagge di velluto, la zona nord-occidentale è il posto giusto. I patiti della spiaggia dovrebbero andare dritti a Mellieha Bay, che offre molte strutture ricettive e possibilità di sport acquatici, mentre chi cerca un'atmosfera più rilassata e la possibilità di incontrare gente del posto dovrebbe recarsi a Ghajn Tuffieha Bay o a Gnejna Bay; la scenografica Golden Bay, in gran parte incontaminata, è una via di mezzo tra i due estremi. Ma la regione offre anche molto altro: sport, gite in barca, birdwatching, incantevoli percorsi per passeggiare lungo la costa e i migliori divertimenti per tutta la famiglia disponibili a Malta.

Continuate il viaggio con il capitolo in PDF Malta nord-occidentale.

Malta centrale

Quella centrale è una delle zone più affascinanti di Malta. Potrete esplorare Mdina, l'antica capitale fortificata dell'isola, ammirare interessanti affreschi medievali nelle antiche catacombe sotterranee, restare a bocca aperta di fronte a una delle chiese con la cupola più grande d'Europa, per chiudere la serata onorando gli dèi della danza al Gianpula, una gigantesca discoteca all'aperto. Tra le bellezze naturali spiccano scogliere selvagge da cui godere di fantastici tramonti, una baia pittoresca e nascosta in cui sguazzare e la macchia verde più ampia dell'isola. Qui potrete scegliere tra lussuosi alberghi a cinque stelle e rustiche taverne dove la gente del posto viene nel fine settimana per concedersi un pranzo a base di coniglio. Se il vostro obiettivo è unire tradizione e tranquillità lontano dalle mete più battute siete nel posto giusto.

Continuate il viaggio con il capitolo in PDF Malta centrale.

Malta sud-orientale

È meno visitata rispetto al resto dell'isola, ma voi andate controcorrente: la zona a sud-est conserva molti dei siti storici di Malta - su tutti i due straordinari templi di Hagar Qim e Mnajdra, risalenti a più di 5000 anni fa, e la grotta di Ghar Dalam, ricca di resti fossili di animali preistorici. La regione offre inoltre splendidi paesaggi costieri, escursioni in barca per visitare le grotte e incantevoli angoli di mare lontani dai percorsi turistici. L'antico borgo di pescatori di Marsaxlokk, con un porto da cartolina pieno di barche colorate e il lungomare dove assaggiare il miglior pesce fresco di Malta, pullula di turisti armati di macchina fotografica ma anche di gente del posto. E non dimenticate il mercato domenicale del paese: un gioiello da non perdere.

Continuate il viaggio con il capitolo in PDF Malta sud-orientale.

Gozo e Comino

Gozo, o Ghawdex in maltese, segue un ritmo assai più lento rispetto a Malta, più grande e inevitabilmente movimentata. Con un terzo di superficie rispetto alla vicina, ma con un decimo degli abitanti, ha un territorio più fertile, in cui dominano spazi aperti e verdeggianti a formare paesaggi favolosi. È il posto ideale per rilassarsi, tra splendidi panorami costieri e ottimi fondali per snorkelling e immersioni subacquee, o per scoprire un patrimonio storico inestimabile costituito dai templi megalitici e dalle cittadelle medievali. Non trascurate Gozo, anzi: se ne faceste la meta principale del vostro viaggio potreste non sbagliarvi. La minuscola Comino, un tempo rifugio di contrabbandieri e pirati (pare), è di una bellezza mozzafiato, con le scogliere e le grotte che la circondano: tuffatevi nella Blue Lagoon, sarà un'esperienza indimenticabile.

Continuate il viaggio con il capitolo in PDF Gozo e Comino.