Maggio 2014: le mete del mese. Dagli USA a Darjeeling

NYC, atmosfere alla Jack Kerouac © Barbara Matticoli

Pubblicità

Ti aspettano grandi avventure negli States - una a tu per tu con il fantasma dell'autore di "Sulla strada" - e il grande fascino esotico dell'India.

Stati Uniti: nel Great Wide Open

Un paese da vivere on the road sotto vasti cieli aperti, tra montagne, campi di grano e praterie che si estendono a perdita d'occhio. In mezzo a tutto questo, città da esplorare fino in fondo, come Austin in Texas con la sua eclettica scena musicale, Savannah in Georgia col suo fascino sospeso nel tempo, San Francisco e New Orleans, forse la più accogliente e fascinosa delle americane. Il clima di maggio è ottimale per mettersi in viaggio e assaporare messi tanto abbondanti.
Guida di riferimento: Stati Uniti on the road

Darjeeling, India himalayana

Maggio è ancora un ottimo mese per visitare questa città del West Bengal. Distribuita su diversi livelli lungo un ripido crinale, circondata da piantagioni di tè smeraldine e incornicata dalle candide e scoscese vette himalayane, è una hill station che merita tutta la fama che la accompagna ben oltre il confine indiano. Ammira la vetta del Khangchendzonga (8598 m), visita gli edifici coloniali e i monasteri buddhisti, 'avvista' leopardi delle nevi e panda rossi nel vicino zoo o gironzola per le stradine osservando l'eterogenea popolazione locale.
Guida di riferimento: India del Nord

La perla di Panamá

Tutto il mondo conosce questo stato del Centro America per il suo Canale, che quest'anno celebra il centenario; tutti i viaggiatori sognano di andare almeno una volta nella vita all'Archipiélago de Bocas del Toro. Ti aspettano atmosfera caraibica, spiagge circondate dalla giungla, sole e onde perfette per il surf. La prima metà del mese dà le migliori garanzie di clima asciutto, con prezzi che ormai tendono al ribasso.
Guida di riferimento: Panamá

New York City

Maledettamente gelida in inverno, calda da morire in estate, in primavera la Big Apple è accogliente come non mai. Se poi il caldo iniziasse a farsi sentire, fai un salto nei giardini botanici di Brooklyn: un'insospettabile oasi di verde e refrigerio nel regno dell'acciaio e del cemento. E se cerchi scorci insoliti e tranquilli di NYC, ripercorri le orme di Jack Kerouac facendo un salto ai moli del Chelsea Waterside Park, perdonando a ogni rimorchiatore di passaggio la rottura del... silenzio.
Guida di riferimento: New York City

India

Una moda un po' sinistra si è diffusa negli ultimi: andare in cerca di monsoni e uragani. Se sei un appassionato sui primi, fai rotta sull'India da maggio a settembre. Se preferisci un viaggio più tranquillo, opta per un altro periodo.