Maggio: le mete del mese

Pubblicità

Dal Kenya con le sue meraviglie naturali a Torino che dal 18 al 22 ospita il Salone del Libro. Da New York City in primavera a Dubrovnik ancora in bassa stagione.

Kenya

Il Kenya è l'Africa che avete sempre sognato: una terra di savane sconfinate, folti branchi di animali selvatici e popoli fieri delle proprie tradizioni... Tutto nella regione che ha visto nascere il genere umano. Arrivare da queste parti nella seconda metà di maggio è una mossa probabilmente controcorrente, ma di sicuro intelligente. Siamo in bassa stagione, i prezzi sono più convenienti che mai, le piogge ridotte a sprazzi e i grandi parchi come Masai Mara cominciano a offrire il meglio: accarezzate l'idea di realizzare strepitosi safari fotografici. Un'attività da non perdere? Osservare gli elefanti per un pomeriggio intero nel Mwaluganje Elephant Sanctuary: è un'esperienza davvero magica. Si vedono intere famiglie di elefanti sguazzare nella pozza e spruzzarsi l'acqua. Continuate a osservarli anche più tardi, dall'alto di una terrazza mentre sorseggiate una birra Tusker: un ottimo modo per portare il vostro denaro a una comunità locale.

Torino, Italia

La trasformazione di Torino è compiuta. La città industriale, elegante ma un po' troppo austera del passato è oggi qualcosa di profondamente diverso che vale la pena di scoprire (e per farlo ecco la nostra nuova guida). Non c’è solo il grande Museo Egizio o le classiche attrazioni turistiche come il Museo del Cinema e il Polo Reale di Piazza Castello. Ci sono i quartieri della movida (da San Salvario a Vanchiglia) sede di gallerie, atelier, caffè e club underground, attrazioni sempre nuove e una scena gastronomica in continuo fermento. E poi festival musicali di rilievo assoluto e mostre temporanee di grande richiamo. Maggio è poi il mese del Salone Internazionale del Libro (dal 18 al 22), un appuntamento imperdibile per tutti gli amanti della lettura: ci saremo anche noi! 

New York City, USA

Ok, è vero, è sempre il momento giusto per un viaggio a New York City. Ma si sa, questa città è maledettamente gelida in inverno e calda da morire in estate. È in primavera che la Big Apple si offre accogliente come non mai. Le attrazioni all'aperto, gli spettacoli, il mondo in strada: godersi tutto ciò che offre NYC sarà dolcissimo. Se poi il caldo iniziasse a farsi sentire, potete sempre fare un salto nei giardini botanici di Brooklyn: un'affascinante oasi di verde e refrigerio nel regno dell'acciaio e del cemento. E se cercatei scorci insoliti e tranquilli di NYC, ripercorrete le orme di Jack Kerouac facendo un salto ai moli del Chelsea Waterside Park, ritroverete il beatnik che è in voi senza dover saltare sul primo treno merci per l'Ovest. 

Dubrovnik, Croazia

Sospesa tra i Balcani e l'Europa centrale, la Croazia offre giornate calde in riva a un mare spesso limpidissimo. A maggio sulla costa splende il sole e solitamente fa già abbastanza caldo per pensare di concedersi un bagno. Rispetto all'alta stagione gli alberghi costano meno e la presenza dei turisti non raggiunge ancora il picco estivo. I caffè di Zagabria e di Spalato iniziano però a lavorare a pieno ritmo e diventa davvero piacevole passeggiare lungo le vie delle città. La meta più celebre del paese resta Dubrovnik: un'occhiata e  subito appare chiaro perché l'UNESCO l'abbia dichiarata Patrimonio dell'Umanità. Città fortificata di origini antichissime, fu ripetutamente bombardata durante la guerra degli anni '90. Oggi però e sue possenti mura, i monasteri, le chiese medievali, le piazze e gli affascinanti quartieri residenziali sono tornati al loro antico splendore. Per una visita impareggiabile prendete la funivia che sale sui Monte Srd e poi scendete a piedi costeggiando i bastioni e contemplando la città sotto di voi.

India

No, maggio non è proprio la meta ideale per un viaggio in India. Il motivo? Monsoni e uragani. Certo, esistono anche appassionati del genere, viaggiatori che cercano appositamente eventi di questo tipo in giro per il mondo. Ma noi vi consigliamo di pensarci bene, se non volete che la vostra avventura risulti un po' troppo... Movimentata.