Quattro giorni a Mosca

Porta della Resurrezione: l'accesso principale alla Piazza Rossa, a Mosca. Russia. ©Marco Rubino/Shutterstock

Pubblicità

Mosca emoziona, stimola i sensi, placa lo spirito e coinvolge totalmente. Tutto inizia da qui, dal luogo di fondazione della città (e probabilmente del paese): il Cremlino e la Piazza Rossa sono ancora oggi il cuore di Mosca dal punto di vista storico, geografico e spirituale. Il peso di questo retaggio si percepisce camminando fra le mura dell’antica fortezza, ammirando la magnificenza della Cattedrale di San Basilio e rendendo omaggio al leader di uno stato che non esiste più. Ma Mosca è una sorpresa continua e con un itinerario d quattro giorni riuscirete a coglierne gli aspetti più importanti: ecco i nostri consigli.

Primo giorno a Mosca: Cremlino e Kitay Gorod 

Arrivate alla biglietteria del Cremlino alle 9.30 in punto per prenotare l’orario d’ingresso all’Armeria. Trascorrete la mattina ammirando le antiche icone e l’oro e le pietre preziose del tesoro. Quindi fate una passeggiata nel Giardino Aleksandrovsky e assistete al cambio della guardia presso la Tomba del Milite Ignoto. 

Veduta del mausoleo di Lenin e del Cremlino, Mosca. Russia. ©Lingxiao Xie/Getty Images

Uscendo dal giardino, mettetevi subito in coda per visitare il Mausoleo di Lenin nella Piazza Rossa prima che chiuda (alle 13). 

Godetevi la pausa pranzo ammirando le guglie del Cremlino e le cupole di San Basilio. Se volete visitare l’interno della cattedrale, potrete farlo dopo pranzo. In alternativa, passeggiate per le vie di Kitay Gorod alla scoperta delle numerose chiese secentesche e visitate il Parco Zaryadye. 

Per la sera acquistate in anticipo i biglietti e assistete a uno spettacolo al celeberrimo Teatro Bolshoi. Usciti dal teatro, concedetevi un drink al locale 32.05 negli animati Giardini dell’Ermitage.

Secondo giorno a Mosca: Khamovniki e Arbat

Il Convento ortodosso di Novodevichy, Mosca, Russia. ©Boris Stroujko/Shutterstock

Un bel campanile secentesco è il punto di riferimento che vi permetterà di individuare la celebre fortezza del Convento Novodevichy, in cui sono custoditi quasi cinque secoli di storia. Dopo averne ammirato l’arte e l’architettura, recatevi nell’adiacente cimitero omonimo, dove riposano personaggi illustri del mondo della politica e della cultura. 

Puntate sulla zona dell’Arbat per un pomeriggio all’insegna dell’arte. Ammirate le collezioni del famoso Museo di Belle Arti Pushkin o visitate una delle gallerie più piccole, come la Casa di Burganov o il provocatorio Museo di Arte Multimediale. 

Dopo cena fate una passeggiata nella via più famosa della capitale – l’Arbat – per ammirare le esibizioni degli artisti di strada e immergervi nell’atmosfera della Mosca d’altri tempi. Se preferite una cornice più formale, andate ad assistere a un concerto al Rhythm Blues Cafe.

Terzo giorno a Mosca: Galleria Tretyakov e Zamoskvorechie 

Relax al parco Gorky, Mosca, Russia. ©eFesenko/Shutterstock

Arrivate presto alla Galleria Tretyakov per evitare le code. Concedetevi tutto il tempo necessario per ammirare le icone, i Peredvizhniki (Itineranti), le opere del revivalismo russo e gli artisti dell’avanguardia. 

Dopo pranzo passeggiate lungo Krymskaya naberezhnaya (Lungofiume Crimea) dove potrete ammirare le fontane ed esplorare la galleria di statue all’aperto Art Muzeon. Attraversate la strada e trascorrete il pomeriggio nel Parco Gorky, facendo un giro in bicicletta o una gita in pedalò. Trattenetevi fino a sera per vedere un film, sorseggiare un aperitivo e bere e ballare sotto le stelle. 

D’estate non è difficile passare tutta la serata al Parco Gorky. Ma se volete qualcosa di più, l’ex fabbrica Ottobre Rosso, gremita di locali per mangiare, bere e divertirsi, è attualmente il fulcro della vita notturna moscovita. Fate un giro del complesso per decidere dove fermarvi a bere qualcosa, gustare un dolce o ballare. Visitate le gallerie d’arte. Passate da un bar all’altro e buon divertimento!

Quarto giorno a Mosca: Basmanny e Presnya

Souvenir dell'epoca sovietica al Mercato Vernisage, Mosca, Russia. ©rasika108/Shutterstock

Dedicate la mattina a fare shopping al Mercato Vernisage, pieno di bancarelle di souvenir che vendono di tutto, da samovar d’argento a manifesti della propaganda sovietica alle matrioshke in moderno stile pop. Nei weekend il mercato è molto affollato, quindi cercate di arrivare presto per evitare la folla e concludere gli affari migliori. 

Tornando verso il centro, fate tappa al Flakon e al Khlebozavod No 9 o al Winzavod e al vicino ArtPlay per vedere cosa succede nei vecchi spazi industriali di Mosca. Questi moderni centri artistici oggi sono destinati a una produzione del tutto diversa (arte, moda e design). Potrete osservare i lavori delle menti più creative di Mosca e magari portarvi a casa un souvenir davvero unico. 

La cena al Cafe Pushkin è un banchetto con più portate di cucina tradizionale russa (accompagnata da diversi bicchierini di vodka). Se dopo cena riuscite ancora a reggervi in piedi, andate al Jagger per un drink e per ballare tutta la notte.