Registrati

Articoli

06 marzo 2012

Ecuador, natura madre

Maternità alle Galápagos - foto di Stefano Masino

Per gli amanti della natura, l'Ecuador è un paradiso. Non solo sulle Isole Galápagos.

ISOLE GALÁPAGOS
> Dove si trovano? A circa 1000 km dalla costa dell'Ecuador, proprio sulla linea dell'Equatore.
> Quando andare: non esiste un periodo meno indicato, ma ricordate che nell'arcipelago si alternano due stagioni. Giornate soleggiate da gennaio a giugno, clima più freddo da luglio a dicembre, quando la nebbia (la garúa) avvolge le cime più alte.
> Attività: osservazione della fauna selvatica, snorkelling, immersioni.

Non aspettatevi di vedere animali strani, non esistono creature a metà pinguini e a metà tartarughe, né grandi mammiferi con le pinne da squalo. Potrete osservare, cercando di disturbare il meno possibile, una straordinaria varietà di uccelli, iguane, tartarughe, senza dimenticare la ricchezza della vita subacquea.


PARQUE NACIONAL YASUNÍ
> Dove si trova? Nell'Ecuador orientale, al confine con il Perú.
> Quando andare: aprile, maggio e giugno sono i mesi più umidi, segnati da abbondanti piogge. I mesi più secchi sono agosto e quelli da dicembre a marzo.
> Attività: escursionismo, osservazione della fauna selvatica.

Yasuní è il parco più grande dell'Ecuador continentale, una distesa di 9620 kmq di paludi, acquitrini, laghi, fiumi e tratti di foresta pluviale tropicale. L'UNESCO ha dichiarato quest'area riserva internazionale della biosfera, a riconoscimento della sua straordinaria biodiversità. Nel parco avvisterete scimmie, avifauna, bradipi, giaguari, puma, tapiri.

PARQUE NACIONAL MACHALILLA
> Dove si trova? Lungo la costa meridionale, a metà strada tra Portoviejo e La Libertad.
> Quando andare: da dicembre a maggio il cielo è soleggiato e il caldo è opprimente. Da giugno a novembre le temperature sono più fresche e il cielo è spesso nuvoloso.
> Attività: escursionismo, osservazione della fauna selvatica.

Unico parco nazionale sulla costa dell'Ecuador, il Parque Nacional Machalilla racchiude una piccola porzione degli habitat costieri che in altre parti del paese stanno scomparendo. Una visita al parco è l'ideale se volete osservare i salti delle enormi balene megattere che tra la metà di giugno e l'inizio di ottobre nuotano in queste acque per la stagione degli accoppiamenti. Per saperne di più, visitate il sito della Pacific Whale Foundation.

PARQUE NACIONAL SUMACO-GALERAS
> Dove si trova? Nel cuore dell'Ecuador orientale, a circa 150 km da Quito.
> Quando andare: i mesi da aprile a giugno sono i più piovosi. Se cercate giornate soleggiate, visitate il parco tra dicembre e marzo o in agosto.
> Attività: escursionismo fuori pista.

Il territorio quasi impenetrabile del parco metterà a dura prova il vostro spirito di avventura. Ma non desistete, perché ne vale la pena. Nei 205.249 ettari di alte vette e fitta foresta tropicale i giaguari e i tapiri scorrazzano liberi. Unitevi a loro, cercando di non essere un pasto per i primi e un tormento per i secondi. Più a sud incontrerete il Parque Nacional Sangay, all'interno del quale si trovano i vulcani Sangay, Tungurahua ed El Atar, le cui vette sono accessibili, sempre che abbiate energia nelle gambe.

PARQUE NACIONAL PODOCARPUS
> Dove si trova? Sugli Altopiani meridionali, non lontano da Vilcabamba
> Quando andare: il clima è piacevolmente mite tutto l'anno. La stagione delle piogge va da ottobre all'inizio di maggio.
> Attività: escursionismo, birdwatching.

Il parco nazionale più meridionale dell'Ecuador si estende ad altitudini comprese tra gli oltre 3600 m e i 900 m circa e presenta un paesaggio variegato che spazia dal páramo (la prateria andina d'alta quota) alle foreste pluviali a sud di Zamora. In questo parco gli scienziati hanno riscontrato un alto grado di endemismo (fenomeno per cui una specie di organismo rimane circoscritta a un'area geografica limitata). Con un po' di fortuna, potrete osservare gli orsi dagli occhiali, i cervi e i tapiri. I giaguari, probabilmente, vi vedranno anche se voi non vedrete loro.