Cascate, le più spettacolari del mondo

Iguazù, basta la parola © Fotografia di Marco Macchi

Pubblicità

Più sono grandi, più fragorosa è la loro caduta. Lasciati sferzare dall'energia di alcune delle più impressionanti cascate del mondo. Per la seconda parte, clicca qui.

Cascate, le più spettacolari del mondo

1. Cascate Vittoria, Zambia | Zimbabwe
L'esploratore David Livingstone potrebbe essere accusato di sciovinismo per aver dedicato queste cascate alla Regina Vittoria, che del resto fu, a modo suo, una forza della natura. La gente del posto, comunque, continua a chiamarle Mosi-oa-Tunya - 'fumo tonante'. Il fragore è mostruoso e il salto di 108 m del fiume Zambesi genera suggestive nubi d'acqua.

Il periodo migliore per ammirarle e scattare fotografie va da ottobre a dicembre, quindi segna in agenda.

2. Cascate del Niagara, Stati Uniti | Canada
Per fortuna le cascate del Niagara sono immense (2800 metri cubi al secondo), altrimenti l'accozzaglia di souvenir che le circonda rischierebbe di sommergerle. Alla fine cederai anche tu alla tentazione e ti fermerai da qualche parte a bere qualcosa e a godere lo spettacolo.

Il massimo sarà un giretto sulla Maid of the Mist, l'11° incarnazione della venerabile barca che per prima si avvicino al muro d'acqua, nel 1846. La temeraria imbarcazione è in servizio da aprile a ottobre.

3. Cascate di Reichenbach, Svizzera
Elementare, caro Watson! Tra le profonde gole e i picchi scoscesi dell'Oberland bernese, le Reichenbachfälle sono uno scenario perfetto per l'atto finale di un racconto di Sherlock Holmes. Infatti, è nel salto di 250 m di questo prodigio della natura vicino a Meiringen che il celebre detective segue nel vuoto il suo acerrimo nemico, il Professor Moriarty, nel romanzo del 1891 "Il problema finale". Oggi i fan di Conan Doyle visitano con devozione il luogo dello scontro mortale, commemorato da una placca, e ringraziano lo scrittore per aver resuscitato il loro eroe nel romanzo successivo.

Per vivere al meglio l'avventura, prendi la storica funicolare in servizio da Willingen tra metà maggio e l'inizio di ottobre.

4. Cascate di Kaieteur, Guyana
Queste remote cascate non sono forse le più alte, le più imponenti o le più famose, ma sono senza dubbio le più selvagge. Ben nascoste nel cuore lussureggiante della Guyana, lontane dalle frotte dei turisti, sono il dono del fiume Potaro. Lungo il sentiero che porta alle cascate, vedrai farfalle dalle ali blu, uccelli scarlatti e le temibili rane dorate dalla freccia avvelenata, mentre le scimmie urlatrici penseranno alla colonna sonora. Arrampicati fino all'orlo del precipizio, guarda giù e godi lo spettacolo della caduta del muro d'acqua. A renderlo ancora più suggestivo ci pensano le rondini dal collare bianco che sbucano dietro la cortina della cascata.

Le Kaieteur possono essere avvicinate con voli charter da Georgetown, ma poi il viaggio prosegue in modo epico con minibus, imbarcazioni e a piedi. Pura avventura!

5. Cascate di Iguazú, Argentina | Brasile
Di solito Argentina e Brasile non amano mescolare le carte e sono avari di complimenti reciproci, non solo quando si tratta di calcio. Con queste cascate, però, hanno dovuto fare un'eccezione, visto che si trovano proprio al confine tra i due stati. Certo, il salto più grande è di soli 82 m, ma le cateratte che si estendono per quasi 3 km lungo il fiume Iguazú rendono lo spettacolo indimenticabile.

Indossa una mantella impermeabile e avvicinati alla Garganta do Diabo (Gola del Diavolo) per apprezzare al massimo il fragore dell'acqua.