Best in Travel 2017: bikepacking

© Miles Holden/Tourism New Zealand

Pubblicità

Commemorate il bicentenario della nascita della bicicletta - o ‘velocipede’, come Karl Drais chiamò la sua invenzione nel 1817 – con queste avventure fuoristrada di più giorni sulle due ruote. E per scoprire di più ecco Best in travel 2017!

Alps 2 Ocean Trail, Nuova Zelanda

Dalle pendici della montagna più alta della Nuova Zelanda, il maestoso Aoraki (Mt Cook), l’Alps 2 Ocean Trail, lungo 301 km, scende attraverso le colline pedemontane delle Southern Alps e si snoda tra splendidi laghi e lungo fiumi sinuosi attraverso le Canterbury Plains, fino a raggiungere l’Oceano Pacifico a Oamaru. L’apertura dei tratti finali di questo fantastico sentiero su terreno misto è prevista per il 2017. Calcolate da quattro a sei giorni per percorrere tutte le nove sezioni. Lungo il tragitto si trovano dei campeggi. Per tutte le informazioni consultate www.alps2ocean.com

Islanda

© www.fredconcha.com / Getty Images

Se siete dotati di gomme robuste, l’accidentato terreno islandese è ideale per mitiche avventure fuoristrada in un paesaggio vulcanico incorniciato da neve e fuoco. A dettare legge sono gli elementi naturali, quindi non fate programmi troppo dettagliati. Un magnifico itinerario circolare è quello che collega i sentieri Fimmvörðuháls e Laugavegur tra le sorgenti termali di Landmannalaugar e la valle glaciale di Þórsmörk passando per la splendida cascata Skógafoss. Calcolate da quattro a cinque giorni per il circuito di 85 km. Lungo il tragitto si incontrano rifugi e campeggi.  Più informazioni qui: www.volcanohuts.com

Dartmoor ed Exmoor, Inghilterra

© Peter Cade / Getty Images

Il Dartmoor e l’Exmoor, nel sud-ovest dell’Inghilterra, offrono splendide piste per mountain bike e posti magnifici in cui piantare la tenda (il Dartmoor è l’unica zona in Inghilterra in cui il campeggio libero è legalmente consentito). Potete collegare le due aree con un itinerario di più giorni lungo ippovie e attraverso terreni aperti che seguono il tracciato del Two Moors Way, un sentiero a lunga percorrenza che va da Lynmouth, sulla costa del Devon settentrionale, a Ivybridge. Non tutti i 160 km del Two Moors Way sono percorribili in mountain bike, ma potete scegliere il vostro tragitto personale.  Scoprite di più su www.devon.gov.uk

Kokopelli Trail, Stati Uniti

© Whit Richardson / Getty Images

Questo sentiero roccioso di 240 km, che collega due paradisi della mountain bike, Fruita nel Colorado e Moab nello Utah, è un tracciato con grandi dislivelli che si snoda attraverso gli altopiani desertici e i passi di montagna dell’Ovest americano, salendo da quota 1200 m a quasi 2740 m. Quasi interamente fuoristrada, il terreno spazia da single track tecnico a pista sabbiosa. Preparatevi ad affrontare salite massacranti e discese vertiginose. Calcolate da tre a sei giorni per completare il sentiero per conto vostro, oppure partecipate alla corsa annuale di quattro giorni: www.bikerpelli.com.

Munda Biddi Trail, Australia

Il Munda Biddi Trail, che nella lingua degli aborigeni noongar significa ‘sentiero attraverso la foresta’, offre una magnifica avventura fuoristrada lungo un tragitto tortuoso che taglia attraverso 1000 km di entroterra da Mundaring, alla periferia di Perth, fino ad Albany. Si tratta di un sentiero non tecnico che si snoda in un paesaggio spettacolare tra valli fluviali, profumate foreste di eucalipti e macchie di bush. Per percorrerlo interamente ci vogliono tre settimane, ma il tracciato è suddiviso in molte sezioni distinte. Evitate i mesi estivi. Lungo il tragitto si trovano campeggi e rifugi per i ciclisti. Consultate www.mundabiddi.org.au

Cairngorms, Scozia

© crotography / Getty Images

Le leggi scozzesi consentono di percorrere le piste sterrate e di piantare la tenda praticamente ovunque, anche sui passi di montagna delle Highlands, purché si adotti un comportamento rispettoso. Abbinando i classici sentieri dei Cairngorm, il Lairig Ghru e il Lairig an Laoigh, completerete in due giorni un magnifico tracciato circolare di 59 km intorno alla seconda vetta della Gran Bretagna, il Ben Macdui. Riservato ai più intrepidi e fattibile solo quando fa bel tempo, questo itinerario include alcuni tratti disseminati di massi in cui bisogna portarsi la bici in spalla, ma offre anche alcuni splendidi single track e delle fantastiche discese. Pernottate a Corrour Bothy o in tenda (www.walkhighlands.co.uk)

Monkey Puzzle Trail, Cile

Tratti sterrati e ardite salite andine contraddistinguono questo spettacolare tracciato di 233 km, che parte da Melipeuco e corre sotto le pittoresche chiome delle araucarie (monkey puzzle in inglese) dell’Araucanía, nella Reserva China Muerta, per poi salire sopra la Regione dei Laghi e attraversare un passo alpino sulle alte pendici del Volcán Lonquimay, nella Reserva Nacional Malalcahuello-Nalcas. Nelle due riserve ci sono ippovie che offrono percorsi alternativi fuoristrada, altrimenti si può optare per la strada sterrata che porta a Ralco. Calcolate quattro giorni per completare l’itinerario ( www.bikepacking.com).

Dragon's Spine, Sudafrica e Lesotho

Seguite le orme di David Bristow e Steve Thomas, autori di Riding the Dragon’s Spine, in questo epico tragitto di 3840 km attraverso il Sudafrica e gli altopiani del Lesotho fino al confine con lo Zimbabwe. Suddiviso in 58 sezioni, il tracciato segue piste sterrate che partono da Cape Town e dai vigneti del Western Cape, attraversa lo Swaziland e l’aria rarefatta degli altopiani fino alle rive del grande fiume Limpopo. Su www.dragontrax.co.za si possono scaricare gratuitamente i tracciati GPS.

Paesi Baschi, Spagna

L'’entroterra e le montagne dei Paesi Baschi offrono forse i sentieri per mountain bike più invitanti d’Europa, dagli splendidi single track che corrono lungo la costa sferzata dall’oceano alle piste che si snodano tra le colline ondulate ai piedi dei Pirenei. In estate portatevi la cerata e unite varie sezioni in un itinerario circolare di 450 km che inizia a Bilbao, prosegue a ovest lungo la costa e una sezione del Camino del Norte fino a San Sebastián, quindi piega verso l’interno e sale nei parchi nazionali di Aralar, Urbasa e Gorbea. Calcolate otto giorni per completare l’itinerario ( www.basquemtb.com e www.tourintune.com).

Zone remote della Mongolia

Che la terra di Gengis Khan, famosa per i trekking a cavallo, offra anche splendidi itinerari di bikepacking in zone remote non è una sorpresa. Guidate il vostro destriero d’acciaio attraverso la steppa in qualsiasi direzione, affrontando sentieri segnati dagli zoccoli dei cavalli tra villaggi di yurte e mandrie di yak e piantando la terra dove più vi ispira. Nell’Aimag (provincia) dell’Arkhangai, nella Mongolia centrale, si può percorrere un fantastico itinerario circolare di 480 km intorno al Terkhiin Tsagaan Nuur (Lago Bianco), situato nei Monti Khangai, nei pressi di Tariat Sum. Calcolate sei giorni per completare l’itinerario (www.bikepacking.com).