Avventure all'aperto in Cambogia

Pubblicità

Da novembre a febbraio: ecco il periodo migliore per volare in Cambogia  e dedicarsi all'outdoor

Cambogia outdoor

La Cambogia si sta mettendo al passo con i paesi vicini nell'offerta di attività adrenaliche, che già oggi sono molto più numerose che in passato. Dopo Phnom Penh e Siem Reap, protagoniste del momento, stanno destando interesse la costa sud per gli sport acquatici e il nord-est per le escursioni a contatto con la natura. Che amiate il trekking, la bicicletta, scalare le vette o tuffarvi negli abissi, la Cambogia ha sicuramente qualcosa in serbo per voi. Tra novembre e febbraio il paese vive il periodo più fresco della stagione secca, il migliore per le attività che richiedono un certo impegno fisico come trekking e bicicletta. Le località a quote più elevate, tra cui Mondulkiri e Ratanakiri si possono prendere in considerazione in qualunque periodo dell'anno grazie alle temperature costantemente più basse, sebbene di notte possano farsi piuttosto rigide.

Bicicletta

La Cambogia è un paese fantastico da esplorare per i ciclisti avventurosi. Viste le pessime condizioni delle strade, consigliamo una mountain bike per percorrere i sentieri sterrati che di solito si snodano accanto al manto stradale. Pedalando con calma avrete maggiori opportunità di interagire con la gente del posto. Le biciclette si possono trasportare nei cassoni dei pick-up o sul tettuccio dei minibus. Visitare in bicicletta la zona di Angkor è un'esperienza piacevole, che inoltre può dare meglio l'dea delle dimensioni del sito. Probabilmente presto prenderà piede l'utilizzo della mountain bike nelle province di Mondulkiri (un'area montuosa ricca di meravigliose cascate nella giungla) e Ratanakiri, dato che vi si trovano alcuni bellissimi itinerari. Guesthouse e alberghi in tutta la Cambogia affittano biciclette per meno di due euro al giorno. Qualche altra meta da visitare su due ruote? La bellissima regione di Battambang per esempio o Chi Phat, nei Monti Cardamomi.

Gite in barca

Con tutta l'acqua che c'è in Cambogia, non sorprende che le escursioni in barca godano di grande notorietà tra i visitatori. Alcune sono funzionali all'itinerario, come i trasferimenti lungo il fiume Tonlé Sap da Phnom Penh a Siem Reap o lungo il Sangker da Siem Reap a Battambang. Durante la stagione delle piogge la portata d'acqua aumenta ancora, soprattutto per quanto riguarda il Mekong e il Tonlé Sap (che raggiunge la larghezza massima), perciò imitate i cambogliani e spostatevi in barca. Il Mekong che scorre nel cuore del paese offre alcune splendide opportunità per scoprire isole tranquille e soggiornare presso famiglie del posto lungo il Mekong Discovery Trail.

Trekking e passeggiate

Di norma il trekking non è un'attività associata alla Cambogia, per via della presenza di mine antiuomo, ma va detto che ci sono molte zone del tutto sicure -  compresi i parchi nazionali da poco istituiti - dove si possono fare belle passeggiate. Le province nord-orientali di Mondulkiri e Ratanakiri, con la loro natura selvaggia, le numerose cascate e le minoranze etniche, stanno diventando una delle principali mete della nazione per quanto riguarda il trekking. La Cambogia ha avviato una rete di parchi nazionali dotati tutti di strutture recettive: Bokor, Kirirom e Ream sono tutti mete promettenti per i trekking, mentre nel Parco Nazionale di Virachey e Ratanakiri esistono già itinerari di diversi giorni. Anche Chi Phat e i Monti Cardamomi offrono la possibilità di immergersi nella natura. Angkor si sta affermando come destinazione per tranquille passeggiate tra i templi, che con l'aumento esponenziale del numero di visitatori sono una valida alternativa per godersi un po' di pace. 

Sport acquatici

Snorkelling e immersioni si possono praticare lungo la costa di Sihanoukville; sebbene l'ambiente non sia spettacolare come in Indonesia o nelle Filippine, i fondali turchesi offrono molte attrattive. Per le immersioni consigliamo i siti più lontani, come Koh Tang e Koh Prins (pernottamento in barca). Al largo della costa tra Koh Kong e Sihanoukville ci sono molte zone ancora inesplorate che in futuro potrebbero rendere noto il paese per questo sport. Gli sport acquatici stanno prendendo piede con l'aumento del turismo; le spiagge di Sihanoukville offrono escurisioni in barca, windsurf e kitesurf. A Kampot va di moda lo stand up paddling, perfetto per godersi il panorama del fiume. Un'altra meta? Andate a Kep, sul lungomare, il Sailing Club affitta hobiecat o windsurf per esplorare le acque tranquille lungo la costa.

Zip-line

Le zip-line sono sempre più numerose in Cambogia. La Gibbon Angkor è la più lunga del paese, con 10 linee e la possibilità di vedere i gibboni. La Mayura Zipline è una nuova emozionante avventura sopra la Cascata di Bou Sraa, nella provincia di Mondulkiri; altre zip-line si trovano nell'isola di Koh Rong. Si tratta di un'esperienza piuttosto costosa, però: la Gibbon Angkor costa più di 100 euro per persona e Mayura Ziplina circa 60.

Quad bike

I quad (chiamati anche ATV "all -terrain- vehicle) sono sempre più diffusi in Cambogia per via delle numerose strade sterrate che attraversano il paese. A Siem Reap ci sono tre operatori che organizzano tour nei dintorni. L'unico centro di Phnom Penh propone un approccio assolutamente originale alla vita in citàà. A Mondulkiri, un nuovo operatore offre la possibilità di esplorare le colline e i belvedere nei dintorni di Sen Monorom. Le tariffe per i quad vanno dai 20 l'ora ai 90 euro e più per un'avventura di un'intera giornata.