In viaggio con i genitori

Impossibile prevedere dove possa portarvi un'avventura intergenerazionale. ©heshphoto/Getty Images

Pubblicità

Una volta diventati adulti, le vacanze in famiglia non sono più le stesse. Partite con genitori e fratelli e scordatevi i tragitti in macchina pieni di tensione e i battibecchi sulla spiaggia della vostra infanzia. Ci sarà da divertirsi.

Viaggi in famiglia da adulti

Tre generazioni sulla spiaggia. © Jack Hollingsworth/Getty Images

Questa è l'occasione per voi e i vostri genitori di dire addio al ricordo delle crisi di pianto nei musei, delle manciate di sabbia ingoiata, dei litigi per tessere mancanti dello Scarabeo da viaggio, o di qualsiasi cosa abbia funestato i vostri primi viaggi in famiglia. Dimenticate e perdonate, ed entrate nella nuova era dei viaggi intergenerazionali. Spesso c'è un'occasione particolare che spinge i membri adulti di una famiglia a salire insieme su un aereo: visitare un fratello che vive all'estero o partecipare al matrimonio di un cugino in una località esotica. Per alcune famiglie si tratta di una questione pratica: se vivete tutti lontani e avete molti impegni, fare le vacanze insieme può essere l'unico modo di trascorrere del tempo con la famiglia. Non importa quale sia il motivo: non c'è dubbio che portare i genitori in vacanza da adulti garantisce un'esperienza indimenticabile.

Preparatevi alle sorprese

Il panorama dopo un'escursione: un'emozione che ricorderete. ©Corey Rich/Getty Images

I viaggi sono imprevedibili, e magari offrono l'opportunità di vedere i propri genitori sotto una luce diversa: quando ha imparato vostro padre a fumare il narghilé, o vostra madre a parlare un po' di russo? In viaggio avrete modo di conoscere la storia con tutti i dettagli, perché invece di un rapido scambio al telefono potrete godervi lunghe conversazioni durante lenti viaggi in treno o pigri pranzi che arrivano fino all'ora di cena. Quando la gente lascia la propria routine e l'ambiente di casa, ha l'occasione di scrollarsi di dosso i tradizionali ruoli familiari e di imparare nuovi lati dei membri della famiglia. Magari fra di voi esiste una vena competitiva latente che non aspetta altro che emergere in cima a una pista nera in una località sciistica delle Montagne Rocciose. Oppure condividete senza saperlo una passione per la scultura che scoprite solo dopo un pomeriggio al Musée d’Orsay a Parigi. E se nei vostri geni si nascondesse la bizzarra propensione a mangiare scorpioni fritti? La risposta a questa inquietante domanda potrebbe attendervi in una via secondaria di Bangkok.

Condividete gioie e dolori

Viaggiare in famiglia si può. © Chakarin Wattanamongkol/Getty Images

Viaggiare insieme può essere anche l'occasione per favorire l’inserimento nel gruppo familiare dei nuovi arrivati: vostra madre e il vostro fidanzato potrebbero scoprire una comune passione per l'Aperol Spritz a Milano, oppure vostro marito e vostro fratello potrebbero rimanere ugualmente inorriditi davanti a un caffè istantaneo servito sul Nilo. Questa è anche una prova di carattere: se la nuova fiamma sopravvive a una settimana con la vostra famiglia, forse non dovete lasciarvela sfuggire. Come ben sanno tutti i viaggiatori, trovarsi in un posto nuovo e diverso può essere anche impegnativo. Quasi ogni viaggio include una certa dose di delusioni, frustrazioni e sfide, che però possono rafforzare i legami, o almeno lasciarvi qualcosa su cui bisticciare alla prossima riunione di famiglia. Chi era tra di voi che sosteneva di parlare abbastanza bene il francese da ordinare qualcosa di diverso dal menu fisso, e che poi ha costretto tutta la tavolata a dividersi sei ostriche e un contorno di insalata?
Nel migliore dei casi, viaggiare è emozionante: è per questo che lo facciamo. Viaggiare mette in luce il nostro lato più curioso, genuino e avventuroso… si tratta di caratteristiche che non sempre riusciamo a condividere con i nostri familiari.
Dopo alcuni riusciti viaggi intergenerazionali, ogni aspetto negativo associato ai viaggi in famiglia potrebbe quindi svanire del tutto. Quegli interminabili tragitti in auto ormai lontanissimi nel tempo, punteggiati di lamentele, disperate soste toilette e furiosi calci dal sedile posteriore potrebbero diventare solo un ricordo – a meno che i vostri genitori non decidano di farli loro, i capricci, stavolta.

Dieci mete fantastiche per viaggi intergenerazionali

  • Budapest, Ungheria. Attività tranquille per tutte le età, dalle salite in funicolare alla collina del Castello ai bagni termali.
  • Il Nilo, Egitto. Probabilmente vostra madre ha ancora la vostra ricerca scolastica sui faraoni – perché non andare a vedere le Piramidi dal vivo?
  • Oaxaca, Messico. Visitate tutti insieme questa splendida e pittoresca città gustando street food piccante.
  • Napa Valley, Stati Uniti. Ora che tutti hanno l'età per bere, dividete bottiglie di fresco Chardonnay o Cabernet Sauvignon fruttato durante un tour enologico.
  • Great Ocean Road, Australia. Guidate a turno lungo questa spettacolare strada costiera.
  • Kerala, India. È impossibile non rilassarsi durante una crociera in houseboat sui canali di Alleppey.
  • Tirolo, Austria. Piste fantastiche per sciatori di ogni livello, e feste après-ski per tutti, dai 20 ai 60 anni.
  • Beijing, Cina. Fate come le famiglie cinesi e organizzate una gita in giornata per camminare tutti insieme sulla Grande Muraglia.
  • Kenya. Un safari è il viaggio della vita e sarà per anni argomento di conversazione a tavola.
  • Napoli, Italia. Se la vostra famiglia si rende conto di non avere niente in comune, l’ultima spiaggia è mangiare una pizza insieme.