1000 luoghi da vedere: stadi straordinari

Pechino, lo stadio olimpico "Nido d'uccello" © Marco Giachetti

Pubblicità

Forse lo sport non è la tua passione, eppure resterai di stucco davanti ad alcuni degli stadi più singolari e formidabili del mondo - procurati il biglietto e buttati nella mischia. Per la seconda parte di questa top list decisamente esaltante, clicca qui.

1000 luoghi da vedere: stadi straordinari

ESTÁDIO MUNICIPAL DE BRAGA, BRAGA, PORTOGALLO
Per anni gli stadi di calcio sono stati desolati complessi di cadenti tribune e gradinate in rovina, ma una rinnovata consapevolezza architettonica sta modificando il panorama. A Braga, nel nord del Portogallo, gli architetti hanno accantonato le linee tradizionali e trasformato la vecchia cava di Monte Castro in uno stadio di fama internazionale. La struttura si distingue per la presenza di due sole tribune laterali, mentre le due estremità aperte lasciano indovinare il passato uso industriale di questo sito, un'imponente parete di granito svetta alle spalle di una porta, mentre dall'altra si apre un panorama sul vasto agglomerato urbano sottostante. Il risultato è un complesso davvero singolare.

L'SC Braga gioca nella prima divisione del calcio portoghese. Se non riuscissi ad assistere a una partita, potresti comunque visitare lo stadio.

ESTADIO CHIVAS, GUADALAJARA, MESSICO
Tutti i tifosi del mondo si vantano del proprio fanatismo e litigano su chi è più fedele alla propria squadra. Quelli del Club Deportivo Guadalajara, la squadra di calcio messicana nota anche come Chivas, non sono da meno, soprattutto ora con uno stadio nuovo di zecca soprannominato 'vulcano'. Privo di qualsiasi attinenza di natura geologica, l'enfatico appellativo è piuttosto un omaggio al design dello stadio, che si integra perfettamente con le linee ondulate del paesaggio. Questa arena da 45.000 posti, costruita su un poggio erboso di forma conica, è coperta da una leggera tettoia bianca che fluttua come un anello di fumo: un'immagine che spazza via anche i più temibili avversari.

Guadalajara, la seconda città più grande del Messico, conta 4 milioni di abitanti. Il campionato annuale è suddiviso in due periodi: da agosto a dicembre e da gennaio a maggio.

STADIO NAZIONALE, PECHINO
Per realizzare lo stadio che chiamano 'Nido d'uccello', i cinesi hanno utilizzato 110.000 tonnellate di acciaio rinforzato, hanno speso 431 milioni di dollari e impiegato una forza lavoro di migliaia di persone. E si vede. Da fuori, la griglia di elementi d'acciaio forma un'unica, poderosa struttura, che conferisce solidità allo stadio e gli ha valso il famoso appellativo. Costruito per i Giochi Olimpici del 2008, lo stadio ha riscosso immediato successo tra il pubblico cinese e oggi registra un'affluenza giornaliera di quasi 30.000 visitatori, che ogni giorno restano esterrefatti di fronte a questa meraviglia da 80.000 posti.

Unisciti a un gruppo locale per un tour dello stadio.

THE FLOAT@MARINA BAY, SINGAPORE
Per gli abitanti di Singapore, maestri nell'arte dell'espansione del loro piccolo territorio, ricavare lo spazio per uno stadio polifunzionale non è stato un problema: l'hanno semplicemente costruito sul mare. The Float@ Marina Bay, una piattaforma d'acciaio grande quanto un campo di calcio, sorge nella zona più esclusiva della città, il quartiere dell'Esplanade. Affacciata sul celebre Singapore Flyer è circondata da alberghi a cinque stelle. Lo stadio, costituito da un'unica tribuna, ha una capacità di 30.000 spettatori e può riempirsi all'inverosimile per eventi come il Gran Premio di F1 e i festeggiamenti del National Day.

Puoi raggiungere l'Esplanade e The Float@Marina Bay con i mezzi pubblici sotterranei dell'MRT - scendi a Raffles Place, City Hall, Promenade o Esplanade.

HIPPODROME D'AUTEUIL, PARIGI
Niente è più romantico di un panorama di Parigi e la vista che si apre dall'Hippodrome d'Auteuil è molto suggestiva: seduto sulle gradinate di questo venerando stadio, se alzi lo sguardo dai cavalli in corsa abbraccerai lo spettacolo della Tour Eiffel che svetta in lontananza. Mettiti comodo, stappa una lattina di birra 1664 e tuffati in un sandwich mixte mentre controlli i pronostici sul giornale Paris-Turf. Tifare per il vincitore è lo scopo del gioco, ma non è essenziale; comunque vada, sarai protagonista di una delle esperienze parigine per eccellenza.

Il Grand Steeple Chase de Paris, una delle gare ippiche più importanti di Francia, si corre ogni anno a fine maggio fin dal 1874.